“Il Lago dei Cigni” di Pech apre la nuova stagione del balletto al Costanzi

Venerdi 28 dicembre, al Teatro Costanzi, “Il lago dei cigni” di Benjamin Pech da Marius Petipa e Lev Ivanov, inaugura la stagione di balletto 2018-19 del Teatro dell’Opera di Roma, con le étoile, i primi ballerini, i solisti e il corpo di ballo diretto da Eleonora Abbagnato. Benjamin Pech, già étoile dell’Opéra di Parigi e Assistente alla Direzione del Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, dopo aver creato diverse coreografie si confronta, con il riallestimento coreografico del balletto icona della tradizione classica.
Il lavoro di Pech – coadiuvato da madame Patricia Ruanne e dal Maître de Ballet Frédéric Jahn in veste di assistenti al coreografo – si innesta in un allestimento fatto di scene raffinate e preziosi decori dello scenografo Aldo Buti, con le luci di Vinicio Cheli. Le note di Pëtr Il’ič Čajkovskij sono affidate alla bacchetta di Nir Kabaretti che dirige l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma.
Ospiti d’eccezione, il 28, il 29 e il 31 dicembre, sono Anna Nikulina e Semyon Chudin entrambi principal dancer del Teatro Bol’šoj di Mosca, e 4 e il 6 gennaio Germain Louvet, étoile de l’Opéra di Parigi, per ballare con la prima ballerina Susanna Salvi. L’étoile del Teatro dell’Opera Alessandra Amato balla con il primo ballerino Claudio Cocino. La recita pomeridiana del 5 gennaio è affidata ai solisti Marianna Suriano e Michele Satriano. Un ruolo determinante nella versione di Benjamin Pech è affidato al personaggio di Benno, amico del Principe Siegfried, interpretato dal primo ballerino Alessio Rezza, dal solista Giacomo Castellana, e dai ballerini Walter Maimone e Loïck Pireaux