Antonello Avallone, nuova versione di “Io & Voody”

Al Teatro Flaiano, fino al 6 ottobre, Antonello Avallone propone una nuova versione di “Io & Woody”, che debuttò nel 1992 al Teatro dei Cocci di Roma. Lo spettacolo prende spunto dai tre libri pubblicati con il titolo “Citarsi addosso, “Effetti collaterali” e “Saperla lunga”, comicissimi monologhi, considerazioni che Woody Allen presentava agli inizi della sua carriera nei night club delle principali città degli Stati Uniti tra il 1964 e il 1967, prima di scrivere la sua prima sceneggiatura per il cinema, “Ciao Pussycat”, e da cui ha tratto poi spunto per alcuni suoi film. Monologhi divertenti, ma anche siparietti, parodie esilaranti, dotate di intelligente comicità, che spaziano attorno ai dubbi ricorrenti della filosofia alleniana: l’esistenza di Dio, la paura della morte, il rapporto con l’altro sesso.
I tic, le nevrosi, le ataviche insicurezze e gli atteggiamenti ossessionati ed ossessivi. C’è tutto questo nella recitazione di Avallone che a velocità vertiginosa riesce a far dimenticare di non trovarsi di fronte all’originale. Uno spettacolo di incalzante comicità, fatto di rimandi e associazioni, confronti e citazioni, rappresentato da sempre in tutta Italia solo da Antonello Avallone, acclamato dalla critica il “Woody Allen italiano”.

Teatro Flaiano – Via Santo Stefano del Cacco, 15 (Largo di Torre Argentina) – Tel. 06/37513571 – 06/37514258 Spettacoli dal giovedi al sabato ore 21, domenica ore 17.30 – Platea intero 25 euro, ridotti 20 e 18.