Una trilogia di monologhi apre la nuova stagione dell’Argot Studio

Ad aprire la stagione 2019-2020 dell’Argo Studio è il progetto della “Trilogia dell’essenziale”, in scena dal 3 al 6 e dal 10 al 13 ottobre: tre monologhi, indipendenti l’uno dall’altro, di drammaturgia contemporanea, scritti da Valentina Diana e diretti da Vinicio Marchioni, nell’interpretazione di Marco Vergani, con le idee sceniche, i costumi e la direzione artistica di Milena Mancini.
La Trilogia dell’essenziale” è composta da L’eredità dolcissima di Renato Cane in scena il 3, da Una passione” in scena il 4, e da “La nipote di Mubarak” in scena il 5, il 6, il 10, l’11 e il 12 <<<<<<<<<ottobre. Domenica 13 ottobre è prevista, dalle 17,30, una maratona di tutti e tre gli spettacoli della trilogia.

Quello che lega la trilogia – si legge in una nota di presentazione del progetto -, è l'indagine sulla solitudine, sull'alienazione dell'essere umano, sulla percezione della vita e della morte nell'uomo contemporaneo da parte di personaggi “ultimi”, “invisibili”, protagonisti, loro malgrado, dei tre monologhi. La Trilogia dell'essenziale è una composizione alchemica di elementi derivanti da una scrittura funambolica, grottesca, graffiante, cinica, tragicomica, dallo spazio pressoché vuoto in cui si svolge l'azione. e da una regie fondate sul paradosso del monologo teatrale, che indagano le possibilità di dialogo, di comunicazione dei temi con un pubblico attraverso il monologo e il lavoro con l'attore, sull'attore e per l'attore.

Teatro Argot Studio – Via Natale Del Grande, 27 – Tel. 06/5898111