Ferzan Ozpetek debutta in teatro mettendo in scena un suo film

Il regista cinematografico Ferzan Ozpetek debutta nel teatro di prosa. E lo fa mettendo in scena un suo film del 2010, “Mine vaganti”, grande successo di pubblico e di critica, vincitore di due David di Donatello, cinque Nastri d’Argento dei Giornalisti cinematografici, quattro Globi d’Oro della Stampa estera accreditata in Italia. Storia scritta da Ozpetek in collaborazione con Ivan Cotroneo, prodotta dalla Fandango in collaborazione con Rai Cinema, in cui affrontava il tema della famiglia, in particolare di una famiglia contemporanea pugliese, considerata come un nucleo di “mine vaganti”, cercando di far cadere una serie di luoghi comuni molto radicati nella società italiana.
Lo spettacolo debutterà, in prima nazionale, il 19 febbraio a Roma, al Teatro Ambra Jovinelli, come ha annunciato il suo produttore, Marco Balsamo – Nuovo Teatro e Fondazione Teatro della Toscana – nel presentare il cartellone della stagione 2019-2020 dello stesso teatro di cui cura la direzione artistica.
Tra gli interpreti citati, Arturo Muselli e Giorgio Marchesi nei panni dei due fratelli protagonisti, Francesco Pannofino nel ruolo del padre Vincenzo e Paola Minaccioni in quello di sua moglie Stefania.
Nei prossimi giorni, il cartellone completo della nuova stagione del Teatro Ambra Jovinelli, insieme ai programmi di altri teatri della Capitale.