Una Ifigenia, ragazza di periferia del ventunesimo secolo

Per Eliseo Off, fino al 29 aprile, nel Foyer della II balconata si replica “Ifigenia in Splott” di Gary Owen, monologo di Barbara Chichiarelli, regia di Roberto Romei. Produzione Teatro Eliseo.
Una Ifigenia, quella di Gary Owen, ben lontana dal tempo di Euripide, dall’iconografia classica e dal suo archetipo. È una ragazza del ventunesimo secolo, una ragazza di periferia con pochi sogni e ancor meno speranze. Si presenta in maniera sfacciata e pretende di essere ascoltata. La sua sembra una storia come tante, povertà, solitudine, dipendenze, abusi e nessuna possibilità di riscatto. Ma è proprio facendo leva su questa “storia già vista” che il testo fa rinascere il mito ridandogli spazio e voce.
Ifigenia ci mostra senza pudore quello che è stato il suo sacrificio. Oggi giorno si è moltiplicata, è continuamente intorno a noi. Sono tutte le persone abbandonate, in difficoltà, ai margini, che incontriamo ogni giorno. Quelle che definiamo “fuori dal sistema” e che il sistema sacrifica per continuare a vivere.
Ci potrebbe innervosire il suo modo di fare, ci potrebbe indignare il suo modo di stare al mondo, di sbatterci in faccia una realtà così cruda, ma non ci può lasciare indifferenti.
Orario spettacoli: il venerdi alle ore 18, domenica, lunedì e mercoledì alle ore 20 – Durata dello spettacolo: 1 ora – Biglietto: 7 euro