Dalla scena britannica, un amore raccontato con i ritmi di un respiro

La XVII edizione di Trend – Nuove frontiere della scena britannica, festival a cura di Rodolfo di Giammarco, si conclude domani, 20 dicembre – con replica dopodomani – al Teatro Belli, con “Lungs” di Duncan Macmilan, drammaturgo e regista della nuova generazione di scrittori, attivo tra teatro, radio, tv e cinema, vincitore di diversi premi tra Inghilterra e Stati Uniti.
“Lungs” ha debuttato a Washington per poi essere presentato al National Theatre di Londra, richiamando una grandissima attenzione per l’originalità della scrittura e della struttura drammaturgica: attraverso una successione vertiginosa di dialoghi, che riproducono con virtuosistica esattezza il parlato, Macmillan ci conduce lungo le stazioni di una relazione amorosa che diventa una finestra sulla contemporaneità.
“Lungs” (in italiano “polmoni”) è una pièce semplice, come respirare. E come il respiro ha un ritmo serrato di fiati, violento e delicato, struggente e divertente, singhiozzante per il riso e il pianto. Duncan Macmillan disegna con questo testo un ritratto attuale e ironico di una storia d’amore qualunque, spiazzante e brutalmente onesta, divertente e tagliente: le voci di una generazione per la quale l’incertezza è un modo di vivere, un ambiente liquido in cui fluttuare in due.
Lo spettacolo – traduzione di Matteo Colombo, interpreti Sara Putignano e Davide Gagliardini, regia di Massimiliano Farau – è prodotto da Fondazione Teatro Due di Parma..

Teatro Belli – Piazza Sant’Apollonia 11/a – Tel. 06/ 5894875 – Ingresso: posto unico € 10.