Al Teatro Belli, Trend – Nuove frontiere della scena britannica

Dal 18 ottobre al 22 dicembre, il Teatro Belli ospita la Trend – Nuove frontiere della scena britannica – XVII edizione, festival a cura di Rodolfo Di Giammarco.
Questo il cartellone.
Ottobre – Il 18, reading “The Cordelia Dream” di Marina Carr con Massimo de Francovich e Roberto Caronia. Trilly Produzioni / Il 20 e 21 “Jordan” di Anna Reynolds e Moira Buffini, con Federica Rosellini, regia di Francesca Manieri e Federica Rosellini, produzione Ariel Dei Merli in collaborazione con Trilly Produzioni / Dal 24 al 27 “My Brilliant Divorce” di Geraldine Aron con Francesca Bianco, regia di Carlo Emilio Lerici, produzione Teatro Belli / Dal 29 ottobre al 1 novembre “Ivan & the Dogs” di Hattie Naylor, con Lorenzo Lavia, regia di Massimiliano Farau. Produzione La Compagnia dei Masnadieri – Garage Zeami
Novembre – Dal 2 al 4, “Bu21” di Stuart Slade con Daniela Duchi, Mario Cangiano, Fabrizio Costella, Valentina Favella, Silvia Napoletano, Francesco Patané, regia di Alberto Giusta. Produzione Teatro Stabile di Genova / Dall’8 all’11 “En attendant Beckett”, un percorso multimediale ideato da Glauco Mauri e Roberto Sturno con la collaborazione di Andrea Baracco. Produzione Compagnia Mauri-Sturno / Dal 13 al 15 “Not Not Not Not Not Enough Oxygen” di Caryl Churchill, con Aglaia Mora, Xhulio, Petushi, Marco Spiga, regia di Giorgina Pi. Produzione Angelo Mai/ Bluemotion/369gradi in collaborazione con Sardegna Teatro / Dal 16 al 18, “Allthe Things I Lied About” di Katie Bonna, con Elisa Benedetta Marinoni, regia di Alessandro Tedeschi. Produzione Bottega Rosenguild e Caracò Teatro / Dal 20 al 24, “Killology” di Gary Owen, con Stefano Santospago, Emiliano Coltorti e Edoardo Purgatori, regia di Maurizio Mario Pepe. Produzione Khora Teatro – La forma dell’acqua / Dal 26 al 28, “A Behanding in Spokane” di Martin McDonagh, con Andreapietro Anselmi, Alice Arcuri, Maurizio Bousso, Denis Fontanari, regia di Carlo Sciaccaluga. Produzione AriaTeatro / Dal 30 novembre al 3 dicembre, “Harrogate” di Al Smith, con Marco Quaglia e Alice Spisa, regia di Stefano Patti. Argot Produzioni in collaborazione con 369gradi.
Dicembre – dal 5 all’8, “Growth” di Luke Norris, con Francesco Aricò, Giulia Trippetta e Pavel Zelinskiy, regia di Silvio Peroni. Produzione Pierfrancesco Pisani / Dal 10 al 12, “The Bogus Woman” di Kay Adshead, con Jasmine Volpi, regia di Guglielmo Guidi. Gekon Productions Francesco Dainotti / Il 14 e il 15, “Yellow Moon” di David Greig, con Vinicio Marchioni, Marina Occhionero, Luca Tanganelli, e Giulia Trippetta. Mise en espace a cura di Mario Scandale. Produzione Ginkgo Teatro / Il 16 “Conservatory” – Una lettura a due voci, di Michael West con Elena Bucci e Marco Sgrosso. Produzione Le Belle Bandiere / Dal 17 al 19, “The Prudes” di Anthony Neilson, con Carlotta Proietti e Gianluigi Fogacci, regia di Gianluigi Fogacci. Produzione Politeama srl / Dal 20 al 22 “Lungs” di Duncan Macmillan, con Federico Zanandrea e Francesca Fioretti, regia di Federico Zanandrea. Produzione Il Mecenate.
Ciclo di proiezioni Digital Theatre – Il 25 ottobre ore 18 – “Beautuful Thing” di Jonathan Harvey / Il 26 ore 18 – “Parlour Song” di Jez Butterworth / e il 27 ore 18 – “A Disappearing Number” di Simon McBurney.