Al Teatro Olimpico, grandi nomi e novità in un cartellone vastissimo

Presentata dal direttore artistico Lucia Bocca Montefoshi, la stagione 2018–2019 del Teatro Olimpico si presenta ricca di grandi artisti e molteplici spettacoli di diverso genere: si va dalle commedie di prosa ai musical, dai grandi nomi della comicità e mattatori del palcoscenico, agli spettacoli di danza classica. Ed ancora spazio ad arte, magia, illusionismo, opera lirica, teatro visuale, varietà.
Il primo spettacolo dell’anno, una pre-apertura della stagione il 26 settembre, sarà “Ridi con me” di Antonello Costa, uno degli artisti più originali e di talento del panorama comico italiano, un vero e proprio varietà moderno.
Ottobre inizia con due proposte dell’Accademia Filarmonica Romana legate alla danza classica del Balletto del Sud: “La giara” (dal 4 ottobre) e “La Bella Addormentata” (dal 6 ottobre). Due balletti a cura di Fredy Franzutti, oggi uno dei coreografi più noti e apprezzati nel panorama nazionale – La settimana successiva, dal 10 ottobre, inaugurazione della stagione con una incursione nell’arte accompagnati da Vittorio Sgarbi: dopo Caravaggio e Michelangelo si entra nel meraviglioso mondo di Leonardo. A cura di Doppiosenso, progetto di Valentino Corvino e Tommaso Arosio – Ancora danza con Romaeuropa Festival: va in scena, dal 17 ottobre, “Grand Finale” che segna il ritorno di Hofesh Shechter. Il mese di ottobre si chiude con il ritorno a Roma di “Sogno e son desto 400 volte (dal 23 ottobre), spettacolo dal successo di Massimo Ranieri, ideato e scritto con Gualtiero Peirce.

A novembre l’atteso ritorno dell’Orchestra di Piazza Vittorio che ripropone il capolavoro “Don Giovanni” di Mozart, prodotto dall’Accademia Filarmonica Romana, dal Festival francese Les Nuits de Fourvière e dalla Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini – Dal 20 novembre, per quattro settimane, è in scena una delle coppie più amate del panorama dello spettacolo italiano: Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia nella commedia “Non mi hai più detto ti amo” scritta e diretta da Gabriele Pignotta.
Altra coppia, decisamente amata dal pubblico, è quella di Lillo&Greg che torna con un nuovo spettacolo per il periodo delle feste natalizie. Dal 18 dicembre debuttano con “Gagmen” uno sfavillante “varietà” da loro scritto e diretto che propone alcuni cavalli di battaglia tratti dal loro repertorio teatrale, televisivo e radiofonico, ma anche nuovi e divertenti pezzi comici. In scena, insieme a Lillo&Greg, ritroviamo Vania Della Bidia, Attilio Di Giovanni e Marco Fiorini.
Dopo le feste di Natale, dal 7 gennaio, all’interno del Festival Internazionale della Danza di Roma in collaborazione con l’Accademia Filarmonica Romana arrivano due importanti appuntamenti.
Da Mosca, il prestigioso Classical Russian Ballet diretto da Hassan Usmanov che propone il balletto in due atti “Lo Schiaccianoci” e, dal 15 gennaio, i Mummenschanz con “You&Me2, spettacolo diretto da Floriana Frassetto – Dal 24 gennaio torna il consueto appuntamento con “Supermagic”. Questa edizione si intitola “Alchimie”, segna la sedicesima del Festival Internazionale della Magia ideato da Remo Pannain.
Febbraio prosegue con la comicità di Antonio Giuliani che dal 12 del mese, con “Insensibile”, scritto a quattro mani da lui e da Francabandiera, si avventura in un percorso ironico, sarcastico e disincantato tra le nevrosi del nostro quotidiano – Chiude febbraio la compagnia di fama internazionale dei Momix che dal 20 allestiscono “Alice” Si tratta dell’ultimo lavoro in collaborazione con l’Accademia Filarmonica Romana, ispirato alla fiaba di Lewis Carroll “Alice nel Paese delle Meraviglie”
Altro atteso ritorno è quello di Maurizio Battista che dal 5 marzo è in scena con (titolo ancora provvisorio) “Papà, perché lo hai fatto?”
Le risate proseguono dal 2 aprile con la coppia composta da Massimo Lopez e Tullio Solenghi che tornano insieme sul palco dopo 15 anni, in uno show di cui sono interpreti ed autori – nel ricordo anche do nna Marchesini – , coadiuvati dalla Jazz Company di Gabriele Comeglio che esegue dal vivo la partitura musicale.
Maggio si apre con il progetto realizzato dall’Accademia Filarmonica Romana in collaborazione con il Teatro Olimpico: l’opera lirica di Donizetti “L’Elisir d’amore – Sciroppo per la tosse (il 3 maggio) diretta da Manuel Renga, prodotta da As.Li.Co, rientrante nel quadro de L’Opera Lirica che coinvolge i ragazzi e le loro famiglie – Dal 7 maggio si prosegue con l’omaggio a Pino Daniele in “Musicanti” – sottotitolo Il musical (oltre) il musical con le canzoni di Pino Daniele