Il Premio Poggio Bustone a 20 anni dalla morte di Lucio Battisti

Aperta da uno vivacissimo omaggio a Lucio Battisti degli ABC Positive, sì è conclusa, a Rieti, in Piazza Mazzini all’interno degli appuntamenti di Rieti Cuore Piccante, la quattordicesima edizione del Premio Poggio Bustone (paese natale dell’artista, di cui ricorrono quest’anno i venti anni dalla scomparsa). A condurre la serata, come tradizione, Maria Luisa Lafiandra, direttore artistico di questo appuntamento annuale dedicato alla “grande canzone d’autore di qualità”.
Il Premio e il premio come Miglior Cover di Battisti (con “Era”) è andato al materano Angelo Cicchetti con “Tutto se ne va”, secondo classificato e Premio Personalità Artistica è andato ad Angelo Lazzaro Gargiulo da Sant’Antonio Abate (Napoli) con “Un attimo di noi”. Terzo classificato Walter Piva da Gela con “Flussi d’incoscienza”. Altri finalisti: Lara Dei, Julian Ross, Massimo Comencini, Matteo Gallina.
Sul palco, oltre ai finalisti, è salito anche Paolo Longhi, vincitore del Premio Personalità Artistica 2017. Un momento importante di questa finale anche la consegna del premio Personalità Artistica a Massimo Wertmüller di cui nel vicino Chiostro di Sant’Agostino è stato proiettato il corto “Il tema di Jamil”.
La giuria: presidente Valentina Rossi (cantante e docente di canto), il già citato Paolo Longhi, Argoh (cantautore, produttore discografico), Pino Balducci (esperto di Lucio Battisti), Emma Biscetti (poetessa, artista).