Un “viaggio musicale” dal primo jazz alle emigrazioni

Al Teatro Tor Bella Monaca, giovedì 29 marzo alle ore 21, approda il concerto di Santi Scarcella ”Da Manhattan a Cefalù”, che vede in scena, accanto a Scarcella, al piano e voce, Cristiano Micalizzi e Arnaldo Vacca alle percussioni, al sax Gian Piero Lo Piccolo, al basso Francesco Luzzio, alle chitarre elettriche Nicola Costa, voce e trombone Max Dedo, tromba Sergio Vitale, archi Rossella Zampiron. Scarcella è compositore di tutti i brani. In alcuni testi hanno collaborato con lui Mario Mesolella e Raffaele Viscoso.

Occasione non soltanto per ripercorrere la storia e ricordare la nascita del primo jazz, ma per riconoscere la figura dei tanti emigrati italiani che da anni affrontano con coraggio nuove partenze per raggiungere nuovi traguardi. Già nel titolo di questo progetto è insito il concetto di viaggio.
Viaggio come emigrazione, viaggio come scoperta di nuovi mondi, non soltanto fisici o geografici ma soprattutto musicali. “Da Manhattan a Cefalù” fonde brani in lingua siciliana con brani in lingua italiana, ma anche in spagnolo e inglese, dando un respiro internazionale a tutto il progetto. Una fusione linguistico-espressiva che genera registro comunicativo d’impatto e ricalca la commistione tra i diversi generi: dalla samba al mambo passando per il reg.time attraverso lo ska e la musica d’autore.

Teatro Tor Bella Monaca – Prenotazioni: tel 06/ 2010579.