Un’ora di tranquillità per ascoltare un vecchio disco…

Alla Sala Umberto, fino al 17 dicembre, è in scena “Un’ora di tranquillità” di Florian Zeller, protagonista Massimo Ghini che firma anche la regia. Spettacolo prodotto da Valerio Santoro per La Pirandelliana.
Commedia brillante e divertente grazie al meccanismo del vaudeville giocato tra equivoci e battute esilaranti, opera corale dove ogni attore deve legare la propria arte agli altri, la rappresentazione è una macchina drammaturgicamente perfetta inventata da questo geniale scrittore francese, che è stata in patria un grandissimo successo, e che ha ha ispirato anche il film “Tutti pazzi in casa mia”, firmato da un maestro del cinema francese come Patrice Leconte.

Il protagonista del testo di Florian Zeller – testo rappresentato per la prima volta in Italia e in tournée dalla passata stagione -, è un uomo che cerca disperatamente un momento di solitudine e serenità. E’ riuscito a rintracciare e acquistare un vecchio disco in vinile da un rigattiere ma, mentre cerca di trovare il modo per dedicarsi a questo cimelio, una serie di eventi e personaggi lo interrompono: la moglie che gli deve parlare di cose importanti del loro rapporto, il vicino di casa che, a causa dei lavori che sta effettuando nella propria abitazione, irrompe mentre Michel sta cercando di ascoltare il disco, fino ad un improbabile idraulico che invece di riparare i guasti, ne provoca ulteriori.
A questi si aggiungono altri amici, amanti e figli che entrano in scena inconsapevoli di rendere impossibile al povero protagonista di godersi solo un’ora di tranquillità.
Gli interpreti: attorno a Massimo Ghini, ruotano Claudio Bigagli, Massimo Ciavarro, Alessandro Giuggioli, Galatea Ranzi, Luca Scapparone, Marta Zoffoli. Scenografia di Roberto Crea, costumi di Silvia Frattolillo.

Teatro Sala Umberto – Via della Mercede 50 – Tel. 06/ 6794753.