Poesia e musica, serata benefica per ricordare Alda Merini

Lunedi 23 ottobre, il Sistina, in occasione dell’ottavo anno dalla scomparsa della scrittrice Alda Merini – poetessa degli “ultimi” -, ospita una serata intitolata “Il Concerto”, promossa dal Consiglio italiano per i rifugiati che devolverà l’intero incasso a sostegno delle attività in favore dei richiedenti asilo e rifugiati presenti sul nostro territorio, con particolare attenzione ai minori stranieri non accompagnati e alle vittime di tortura. Il Consiglio italiano per i rifugiati, presieduto da Roberto Zaccaria, è un’organizzazione umanitaria indipendente costituitasi nel 1990 su iniziativa delle Nazioni Unite.
Della serata saranno interpreti principali Giovanni Nuti (il cantautore che ha tradotto in musica le poesie della Merini), Monica Guerritore (che ha portato in scena “Mentre rubavo la vita”, uno spettacolo musicale ispirato a suoi testi), con un gruppo di artisti che con 24 canzoni tributeranno un omaggio alla grande poetessa: Simone Cristicchi, Peppe Barra, Enzo Gragnaniello, Rita Pavone, Fabio Armiliato, Grazia Di Michele, Iskra Menarini, Andrea Mirò & Dario Gay, Daniela Poggi e Renzo Arbore, che ha manifestato la sua intenzione di essere presente all’evento come ospite d’onore.
Idealmente vicina agli emarginati – emarginata lei stessa- , le sue canzoni sono un richiamo alla “vicinanza tra esseri umani”. Sul palco, Alda Merini riprende vita con tutta la sua passione incandescente, le sue contraddizioni, i suoi tormenti, la sua sensualità e la sua dolorosa pietà.

Teatro Sistina – Informazioni e prenotazioni: tel. 06/ 4200711 – 392 8567896 – Prezzo biglietti: poltronissima €50 – poltrona e I galleria €30 – seconda e terza galleria €15.