Risate sugli “sbussolati” di una modernità indecifrabile

Al Teatro degli Audaci, fino al 22 ottobre, si replica “Sbussolati”, scritto e diretto da Roberto D’Alessandro, protagonista Mario Zamma, caratterista, “rumorista”, imitatore e musicista, per anni vivace protagonista, accanto ad Oreste Lionello e Martufello, del cabaret Il Bagaglino (al Salone Margherita).
Attraverso la formula del varietà, con sferzante e irreverente ironia, alternando monologhi e momenti musicali, Mario Zamma affronta lo “sbussolamento” del titolo toccando le corde dell’amore, entrando nella società e nella famiglia, sfiorando la cultura, scorazzando nella politica, cucendo il tutto con il filo della comicità, per ridere insieme e, forse, per suscitare qualche momento di riflessione.su una “modernità” spesso indecifrabile.

Il prossimo spettacolo, dal 26 ottobre al 5 novembre, “Aspettando Godot” di Samuel Beckett, regia di Flavio De Paola – Per il cartellone completo, clicca qui a fianco su: Stagione Romana 2017-2018.

Teatro degli Audaci – Via Giuseppe De Santis (zona Porte di Roma, parcheggio riservato gratuito)) – Tel. 06/ 94376057. Biglietteria: intero da 16 a 25 euro, ridotto da 12 a 16 euro, prevendita 2 euro.