“Petali di spine”, una commedia tra dramma e comicità

Dal 28 settembre al 1° ottobre, al Teatro Le Salette, è in scena, come apertura di stagione, “Petali di spine”, una commedia – come suggerisce il sottotitolo – drammaticamente comica o comicamente drammatica; novità di Saverio Di Giorgio, che ne firma anche la regia e che ne è anche interprete con Emanuela Quartullo (soprano che qui si prende una vacanza nella prosa) e la giovane attrice Debora Censi.
Un uomo, abbandonato dalla moglie sette anni prima, riesce a far vincere alla figlia ventenne una borsa di studio per un master a Los Angeles. Proprio al momento di partire, la ragazza si rende conto di aspettare un bambino. Il padre, in preda ai propri sensi di colpa (ha ritenuto “semplice” tirare su da solo una figlia, cresciuta alla sua ombra), la spinge ad abortire.
Nella loro casa vive anche un’amica d’infanzia dell’uomo, che si è presa cura di lui, e della figlia, quando la moglie lo ha lasciato, e che ora, poco prima che la ragazza vada in ospedale, gli confessa di essere rimasta incinta, trent’anni prima, di un suo figlio, di aver abortito e di non aver mai rivelato questo segreto limitandosi ad essere, per tutta la vita, soltanto la sua migliore amica. Senza versare mai una lacrima…

Teatro Le Salette – Vicolo del campanile 14 (traversa di via della Conciliazione) – Informazioni e prenotazioni: 3479185768.