Teatro Golden – Dai sorrisi della commedia alla musica e alla danza

L’ottava stagione del Teatro Golden, con la direzione artistica di Andrea Maia, ha i suoi punti di forza nella commedia che si alterna comunque con spettacoli musicali, la danza e qualche one man show. Apre la stagione degli spettacoli in abbonamento, dal 26 settembre al 15 ottobre “Le bisbetiche stremate” di Giulia Ricciardi, anche interprete con Federica Cifola e Beatrice Fazi, regia di Michele La Ginestra. Spettacolo prodotto da Teatro 7 (di cui La Ginestra è ideatore e direttore artistico).
Segue, dal 24 ottobre al 19 novembre, lo spettacolo di Edoiardo Silos Labini “Uno sbagliato” con Alice Viglioglia, Chiara Capobianco, Lorenzo Felice Tassiello e con i ragazzi dell‘Academy del Teatro Golden / Ti sta accanto gomito a gomito al bancone del pub. Sarebbe un quarantenne di bell’aspetto se non fosse consumato dall’ennesimo drink. Entra litigando con il buttafuori – che facce come queste non ne vuole nel suo locale -. E così, già abbondantemente ubriaco, racconta i suoi ultimi tre tragicomici giorni: il licenziamento, i colleghi di lavoro, la moglie e le figlie, la bionda ricca rimorchiata al concerto rock, le bevute per dimenticare, il ritorno a casa dalla sua famiglia…

Dal 21 novembre al 10 dicembre, Marco Morandi e Claudia Campagnola sono gli interpreti di ”… Chi mi manca sei tu”, scritto e diretto da Toni Fornari / Lei è una delle fans che accompagnano un cantante nelle sue tournées – in questo caso, Rino Gaetano -, che racconta la sua esperienza vissuta accanto a lui. E attraverso i suoi racconti si scopre la vita di uno dei cantautori italiani più amati e discussi. E si ascoltano le sue canzoni interpretate da Marco Morandi accompagnato da una strepitosa band di musicisti.
Dal 27 dicembre al 21 gennaio, Marco Falaguasta, Marco Fiorini, Claudia Campagnola, Monica Volpe sono gli interpreti di “Non si butta via niente” di Giulia Ricciardi, Alessandro Mancini e Marco Falaguasta, regia di Tiziana Foschi / L’unico settore produttivo che non è mai andato in crisi, quello che continua la sua corsa sicura e sfrenata, è quello dell’immondizia. Verrebbe quasi da pensare che buttiamo più di quello che compriamo. Perché? Lo spettacolo di Marco Falaguasta, ambientato in una discarica, prova a dare una risposta, disimpegnata e dissacrante, a questi interrogativi.In un’atmosfera comica, leggera e sarcastica, l’attore romano, nei panni di un volontario addetto alla raccolta dei rifiuti, ripercorre vizi, abitudini e virtù di questi nostri tempi traendo spunto da tutto ciò che buttiamo, tutto ciò che magari poco tempo dopo averlo acquistato, è già vecchio.
Dal 23 gennaio all’ 11 febbraio, “Il mondo non mi deve nulla” di Massimo Carlotto, che firma anche la regia, con Claudio Casadio e Pamela Villoresi, regia di Francesco Zecca. Una produzione Teatro e Società e Accademia Perduta Romagna Teatri / Il cuore di Rimini pulsa tranquillo in attesa dell’arrivo chiassoso dei turisti. Adelmo, un ladro stanco e sfortunato, nota una finestra aperta sulla facciata di una palazzina ricca e discreta. La tentazione è irresistibile e conduce l’uomo a trovarsi faccia a faccia con Lise, la stravagante padrona di casa, una croupier tedesca in pensione. Nessuno dei due corrisponde al ruolo che dovrebbe ricoprire e, in una spirale di equivoci, eccessi e ironia, si sviluppa un rapporto strano, bizzarro ma allo stesso tempo complesso e intenso sul piano dei sentimenti.
Dal 13 al 25 febbraio, Augusto Zucchi e Francesca Nunzi in “Un lettino per tre G.” di cui Zucchi è anche autore e regista / La commedia, in chiave ironica, racconta la storia di un uomo affetto da un disturbo paranoide della personalità che consiste in una mitezza imbarazzante e invalidante, nella paura di essere spiato, nella fobia degli altri, nel terrore di essere perseguitato e picchiato soprattutto dal fratello gemello – il suo esatto opposto -, che sta per uscire dal carcere dopo aver scontato due anni per rissa e violenza.. L’uomo decide di entrare in analisi e viene seguito da una psicanalista comportamentalista d’assalto che usa le tecniche più avanzate di analisi aggressiva e di ipnosi. La dottoressa riceve la visita di un nuovo paziente che si presenta come il gemello uscito di galera che odia il fratello e vuole vendicarsi per dei torti subiti, da piccolo, dalla madre, per causa sua.
Dopo alcune sedute la dottoressa capisce che in realtà si tratta della stessa persona affetta da doppia personalità e attraverso l’ipnosi riesce a mettere a confronto le due facce della stessa medaglia. La situazione degenera fino a che non si presenta un terzo gemello…
Dal 27 febbraio all’ 11 marzo, “Se rinasco ci ricasco” di Max Maglione, anche interprete con Mattia Maglione / Max cerca la comunicazione ideale con suo figlio Mattia, giovane universitario, madre lingua americana, austero nei confronti del padre e delle sue ideemMattia contrasta gli insegnamenti e i suoi consigli di vita a volte un po’ Vintage o addirittura Jurassici (come lui dice). Max è cresciuto in anni dove il dialogo padre figlio era unilaterale e tutto era in “bianco e nero”. La tecnologia, però, prova ad avvicinarli , l’era digitale entra nelle loro abitudini il loro modo di convivere cambia totalmente. Un giorno Max riceve una richiesta di una “giovane” amicizia su Facebook e chiede a Mattia di aiutarlo. E nell’imbarazzo più totale …
Tutto accompagnato da momenti musicali con canzoni che hanno fatto la storia della musica Italiana con l’inseparabile Chitarra di Max ed il pianoforte di Mattia. Tanti saranno gli ospiti a sorpresa che si alterneranno sul palco di serata in serata. Lo spettacolo di Max Maglione è a sostegno, per il settimo anno consecutivo, dell’associazione Peter Pan onlus, per questa bellissima attività solidale tra l’artista ed il Teatro Golden che punta quest’ anno al raggiungimento di 100.000 euro di raccolta fondi.

Dal 13 marzo all’ 8 aprile, Danilo De Santis, Roberta Mastromichele, Pietro Scornavacchi, Roberto Belli, Chiara Buratti, Marco Aceti sono gli interpreti d “Quella piccola pazza cosa chiamata amore” di Danilo De Santis, regia di Lillo (Pasquale Petrolo). Spettacolo prodotto dal Teatro Stabile d’Abruzzo / Luigi vuole riconquistare il cuore di Elena ma Elena ora ama Vittorio. Ferdinando, nonostante stia aspettando da 27 anni che il suo amato torni da lui, ha un debole per Luigi ma Luigi gli fa credere di amare Mario. Mario si innamora perdutamente di Ilaria che però non è ancora riuscita a dimenticare Vittorio. Due case, una di fronte all’altra … la finestra diventa il punto di vista di quella piccola pazza cosa chiamata Amore.
Ultimo spettacolo in abbonamento, “Vi presto papà” di Augusto Fornari, Toni Fornari, Andrea Maia, Vincenzo Sinopoli, con Mariano Rigillo, Roberto Ciufoli, Giancarklo Ratti, Laura Ruocco, Anna Teresa Rossini, regia di Augusto Fornari, una produzione Andrea Maia Teatro Golden e Vincenzo Sinopoli / Una casa elegante di Roma, due uomini quarantenni dai caratteri opposti. critici cinematografici,e un famoso regista degli anni Settanta,, navigato e sicuro di se, si incontrano per la prima volta a cena invitati dalla giovane figlia del regista. Dovrebbe essere solo una piacevole e curiosa serata per festeggiare i 70 anni del grande uomo di cinema, ma una serie di inaspettate rivelazioni fatte dalla donna svela, con grande sorpresa, il vero motivo dell’ incontro…

Il primo degli appuntamenti fuori abbonamento, si intitola “Con la testa e con il cuore si va ovunque”, è interpretato da Daniele Stefani, che firma anche le musiche originali, e Raimondo Todario, che firma le coreografie. La regia è di Edoardo Sylos Labini. Uno spettacolo in prosa e danza tratto dall’omonimo libro di Giusy Versace che ripercorre la sua “seconda vita” dopo il terribile incidente automobilistico.
Dal 12 al 17 dicembre,,la “ rock star della comicità” Dado (Gabriele Pallegrini) è il protagonista, e il regista, del suo “Obladì Obladado” da lui scritto insieme a Emiliano Luccisano e Marco Terenzi.
A maggio due commedie inserite nel progetto Giovani Talenti in Scena: dall’8 al 18, “Camping” scritto da Toni Fornari e con in scena i giovani ex allievi dell scuola del Golden; e asuegire, dal 15 al 20, “Agenzia Syrano” di Laura Grimaldi e Andrea Papale con Giorgia Ferrara (ex allieva dela Scuola del Golden), Luca Forte, Fabrizio Mazzeo, Andrea Papalem
In cartellone anche il progetto “Open – Indipendent hip hop Theatre”, il consueto Festival del Teatro Forense a cura di Vincenzo Sinopoli e il Festival dei Laboratori teatrali nelle scuole.

Teatro Golden – Via Taranto 36 – Tel. 06/ 70493826.