“Questa sono io” Antonella Questa dal palcoscenico alla libreria

Martedi 19 settembre, alle ore 18, alla Libreria Testaccio (Piazza Santa Maria Liberatrice 26) sarà presentato il libro “Questa sono io” in cui l’autrice di teatro, attrice, regista e produttrice Antonella Questa raccoglie il testo integrale dei suoi spettacoli “Vecchia sarai tu” e “Svergognata”. Il volume è edito da Caracò nella collana Teatri di Carta diretta da Emanuele Tirelli. Alla presentazione, oltre ad Antonella Questa, interverrà anche l’attrice e scrittrice Eleonora Mazzoni.
Vincitore del Premio “Museo Cervi – Teatro per la Memoria” e del Premio Calandra come miglior spettacolo, regia e interpretazione, “Vecchia sarai tu”, scritta insieme a Francesco Brandi, è il racconto di una donna di ottant’anni in ospizio contro la propria volontà. Una caduta, qualche giorno in ospedale, il figlio lontano, una nuora avida, la nipote che non ha mai tempo, quindi la soluzione migliore per tutti: la casa di riposo. Per tutti, ma non per lei, che invece vuole scappare, costi quel che costi. Un viaggio alla scoperta di come tre donne vivono la loro età e l’avanzare inesorabile del tempo. Si ride e ci si commuove, per poi riflettere su quanto la vecchiaia sia un vero e proprio dono e su quanto la vita possa essere bella e ricca anche nell’età matura.

Chicca è la protagonista di “Svergognata”, una donna per bene con una bella casa, un marito, due figli: una vita perfetta, fFino a quando una mattina scopre nel cellulare del marito messaggi e foto osé scambiati con decine di “svergognate”. Tra i consigli delle amiche e i giudizi della madre, Chicca è pronta a tutto pur di riconquistare lo sguardo del marito su di sé, ma un incontro inaspettato riuscirà a farle conquistare un nuovo sguardo su se stessa.
Una pièce dal ritmo incalzante in cui Antonella Questa dà voce e corpo ad otto personaggi, usando il linguaggio comico per parlare di argomenti delicati quali ipocrisia, sesso e corpo femminile, che spesso proprio le donne conoscono molto poco.
Nel 2015 con Giuliana Musso e Marta Cuscunà ha creato il reading-spettacolo “Wonderwoman – Donne denaro e superpoteri, in cui le tre attrici affrontano il tema dell’indipendenza economica delle donne oggi in Italia. Nella stagione 2016-2017, è stata la protagonista di “Alpenstock”, scritto da Remi de Vos – e da lei tradotto – una commedia sulla paura dello straniero, in cui ha diviso il palcoscenico con Ciro Masella e Fulvio Cauteruccio, per la regia di Angelo Savelli. Da novembre prossimo sarà impegnata in una lunga tournée e tornerà a Roma, a febbraio, con il suo ultimo lavoro “Un sacchetto d’amore”. Nel 2018, sarà impegnata a Roma e a Milano nella nuova commedia di Francesco Brandi “Prestazione occasionale”, in scena con Massimo Brizi, Federico Vanni e Corrado Giannetti.