Al Teatro Olimpico, la commedia, la musica, il cabaret, la danza.

Il Teatro Olimpico ai nastri di partenza della stagione 2013-2014. Sedici proposte di spettacolo dal vivo, dall’allegria della commedia al piacere della musica, dallo svago del cabaret alla bellezza della danza.  Tra ritorni  di artisti che, come suol dirsi, sono di casa, nuove proposte, debutti assoluti.

Si comincia l’8 ottobre, con repliche fino al 20, con un ritorno, quello di Emiliano Pellizzari e i suoi ballerini-acrobati, con la proposta di “Cantica” – Il Purgatorio – secondo capitolo del fortunato progetto legato alla “Divina Commedia”.

Sempre ad ottobre, dal 22 al 27, l’Accademia Filarmonica Romana presenta “PaGaGnini”, un singolare  concerto (campione di incassi in Europa): in scena un quartetto d’archi che comincia a suonare “sul serio” ma che poi… rotola in una divertente e travolgente caricatura dalla “grande” musica classica.

Cabaret dissacratorio, con risate liberatorie, quello di Alessandro Di C arlo con “Ammazza che robba!!!” – dal 28 ottobre al 3 novembre, cui segue – dal 5 novembre al 1° dicembre – la più recente creazione dei Momix, “Alchemy” in prima assoluta per Roma.

A dicembre – dal 10 al 12 – arriva la celeberrima commedia “I ragazzi irresistibili” di Neil Simon, protagonisti Eros Pagni e Tullio Solenghi. Altro ritorno, quello di Lillo & Greg in “Il mistero dell’assassino misterioso”, gioco ad incastri, macchina della risata, giallo a non finire… Dal 26 dicembre al 19 gennaio.

All’istinto creativo dell’Orchestra di Piazza Vittorio (21-26 gennaio), segue, dal 30 gennaio al 9 febbraio, il tradizionale-immancabile appuntamento con “Supermagic” – festival della magìa – giunto all’undicesima edizione., torna Vincenzo saòemme con “Il diavolo custode” (dal 13 febbraio al 2 marzo).

Dal 4 al 9 marzo, “Vengo a prenderti stasera”, una surreale vicenda che vede in scena Mauro Di Francesco e Ninì Salerno, con il debutto nella regìa di Diego Abatantuono, il quale, in chiusura di serata, regalerà al pubblico i suoi formidabili “tempi supplementari”. Tra sketch ironici, riflessioni sull’attualità, divertenti imitazioni, e improvvise incursioni di amici della musica e del teatro, Max Tortora sarà il protagonista del suo “L’amore e la follìa”, dall’11 al 30 marzo. Il talento bizzarro di Neri Marcorè e l’ironia creativa della Banda Osiris, caratterizzano “Beatles Submarines”, il viaggio-pop alla ricerca dei segreti della più leggendaria band di tutti i tempi. Debutto il 1° aprile, repliche fino al 13.

Dal 17 aprile all’11 maggio, l’Accademia Filarmonica Romana e il Teatro Olimpico presentano il quarto Festival internazionale della danza. Con “Amarcord”, musiche di Nino Rota, coreografie di Luciano Cannito, Rossella Brescia nel ruolo di Gradisca (dal 17 al 19 aprile), e con “Rai Dogs” dello svedese Johan Inger e “workwithinwork”, un classico del grande William Forsythe sui “Duetti per due violini”, vol.1 di Luciano Berio (24 e 25 aprile). Il Festival prosegue, e chiude, con “Comics”, una creazione di Emiliano Pellisari per la sua NoGravity Dance Company, che  irrompe nel mondo dei cartoni animati e dell’arte grafico (29 aprile-11 maggio).

Conclude ”Viviani Varietà”, in tournée alla sua seconda stagione, protagonista Massimo Ranieri, con un nutrito cast di attori che cantano rigorosamente in acustica, accompagnati da chitarra, pianoforte, contrabbasso, fiati e batteria. Regìa di Maurizio Scaparro. Debutto il 13 maggio, repliche fino al 25.

Teatro Olimpico – Piazza Gentile da Fabriano 17 – 06/ 3265991.