Dal teatro al romanzo: Barbareschi alla ricerca di “segnali d’amore”

Lunedì 22 maggio, alle ore 18.30, al Piccolo Eliseo, presentazione del romanzo autobiografico “Cercando segnali d’amore nell’Universo” di Luca Barbareschi, al suo esordio in letteratura. Con l’autore intervengono Camilla Baresani e Pino Corrias..
Dopo il successo teatrale dell’omonimo spettacolo, e confrontandosi con le parole dei “grandi” – da Shakespeare all’ironia pungente di David Mamet, il suo autore di elezione -, Barbareschi ha scritto un romanzo autobiografico dedicato a quanti non hanno smesso di credere nei loro sogni, nei cieli notturni, nelle storie antiche, nelle lunghe attese, nella voglia di fare festa perché la vita è questo strano gioco nel quale tutti ci troviamo a recitare.
“Sono grato per le ferite che ho ricevuto” scrive Barbareschi. E senza negare né rinnegare nulla, con la “spudoratezza” di sempre, si racconta. Cerca segnali. D’amore. In una autonarrazione ironica, divertente, piena di energia.
Di ciò che ha vissuto come uomo, come attore, come manager culturale, ci dice per la prima volta le motivazioni profonde. E come la ricerca di ciò che sta dietro l’apparenza si sia trasformata via via in cammino spirituale, un cammino che unisce ebraismo e neuroscienze, trasgressione e restituzione, rabbia e amore.

Ed. Mondadori – 180 pagine – 19 euro.