Massimo Ranieri e il suo racconto giocoso di sogni e realtà

Dall’ 8 al 20 ottobre, il Teatro Sistina ospita Massimo Ranieri impegnato in uno spettacolo intitolato “Sogno e son desto”, da lui scritto insieme a Guglielmo Peirce, in cui – come si legge in una presentazione – teatro e musica si scambiano i ruoli, ed in cui il protagonista riempe le scena mescolando, amalgamando, la sue doti di cantante e attore.

Ranieri, infatti,  oltre ai suoi brani più famosi e alle più famose canzoni napoletane, porterà in scena la poesia dei grandi cantautori: da De Andrè a Battisti, da Tenco a De Gregori, insieme alla musica indimenticabile di Modugno o di Aznavour. .Ma in scena ci sarà anche Ranieri-attore, impegnato a raccontare – tra Shakespeare e Collodi, la poesia di Alda Merini e l’umorismo di Nino Taranto – quel “sottile confine che unisce i sogni alla vita di ciascuno di noi”.

Canzoni e monologhi, infatti, intrecciano un racconto giocoso e provocatorio, un inno alla vita, all’amore e alla speranza. L’affettuoso viaggio dedicato ai mille significati del coraggio, già al centro del recital “Chi nun tene coraggio nun se cocca ch’ ‘e femmene belle”, si arricchisce nel nuovo show dei sogni e le aspirazioni, trasformatesi in grandi successi, dello stesso protagonista che incrocia così la sua storia personale – attraverso i brani che lo hanno reso famoso – con “l’eroismo degli ultimi e dei sognatori” – come gli uomini e le donne cantati dalla musica di Gaber o raccontati dal teatro di Viviani.

In scena, l’orchestra formata da Max Rosati (chitarra), Flavio Mazzocchi (pianoforte), Mario Guarini (basso), Luca Trolli (batteria), Donato Sensini (fiati), Stefano Indino (fisarmonica), Alessandro Golini (violino).

Teatro Sistina – Tel. 06/ 4200711.