Eliseo, luogo “vitale” per condividere impegno e svago

Anche la stagione 2016-2017 dell’Eliseo, è caratterizzata da un cartellone che abbraccia prosa, musica, cinema, letteratura, ma anche arte, scienza, economia, in un “continuum” che consolida l’immagine del teatro come luogo vitale, accentratore sociale e culturale dove poter condividere impegno e svago, informazione e tempo libero. Incontri con scrittori, giornalisti, studiosi per aprire una finestra sui grandi temi dell’attualità, intercettare il presente e le necessità delle giovani generazioni. Tornano i concerti della domenica, e le collaborazioni con realtà musicale come il Saint Louis College of Music.
La programmazione della prosa scorre sul binario della nuova drammaturgìa, nazionale straniera, senza trascurare i nuovi classici.

Spettacolo inaugurale – dal 27 settembre al 30 ottobre, in prima nazionale – , “Americani” di Davide Mamet, traduzione di Luca Barbareschi che ne firma anche la direzione artistica, con Sergio Rubini, Gianmarco Tognazzi, Francesco Montanari e con Roberto Ciufoli, Gianluca Gobbi, Giuseppe Manfridi, Federico Perrotta. Produzione Casanova Teatro.
Dal 1° al 20 novembre, “Il giuoco delle parti” da Luigi Pirandello, adattamento di Roberto Valerio (che ne firma anche la regìa), Umberto Orsini (anche interprete con Alvia Reale), e Maurizio Balò.
Dopo (22 novembre-11 dicembre) “La pazza della porta accanto” di Claudio Fava, protagonista Anna Foglietta, regia di Alessandro Gassman, dal 13 dicembre all’8 gennaio. Luca Barbareschi firma la regia (e ne è interprete con Chiara Noschese, Gian Luca Gobbi e altri) di “Don Chisciotte” di Miguel de Cervantes (adattamento di Roberto Cavosi). Lo spettacolo è una produzione Casanova Teatro, Fondazione Teatro della Toscana, Stabile del Friuli Venezia Giulia.
E’ uno spettacolo d Alessandro Gassman (produzione Teatro di Napoli) quello in scena dal 10 al 20 gennaio: “Qualcuno volò sul nido del cuculo” di Dale Wasserman, dal romanzo di Ken Kesey, traduzione di Giovanni Lombardo Radice, adattamento di Maurizio de Giovanni. Protagonisti Daniele Russo ed Elisabetta Valgoi.
Dal 31 gennaio al 12 febbraio, “EDIPO – Edipo Re – Edipo a Colono”, regie di Andrea Baracco (per “Edipo Re”) e di Glauco Mauri (per “Edipo a Colono”). Protagonisti Glauco Mauri e Roberto Sturno. Produzione compagnia Mauri-Sturno e Fondazione Teatro della Toscana.
Dal 14 febbraio al 5 marzo, “Romeo e Giulietta” di Shahespeare, regìa di Andrea Baracco, con Lucia Lavia ed Antonio Folletto e, nel ruolo di Mercuzio, Alessandro Preziosi. Produzione Khora Teatro.
Dal 7 al 26 marzo, con la regìa di Michele Placido, Fabrizio Bentivoglio è il protagonista di “Banlieu” di Stefano Massini. Produzione Teatro Stabile dell’Umbria.
Altra prima nazionale – dal 28 marzo al 16 aprile – con “Rosalind Franklin- Il segreto della vita” di Anna Ziegler, con Asia Argento, Filippo Dini e altri attori.
Dal 18 aprile al 7 maggio, “Spaccanapoli Times”, scritto e diretto da Ruggero Cappuccio, interprete insieme a Giovanni Esposito. Produzione Teatro Stabile di Napoli. Dal 9 al 21 maggio “Play Strindberg”, di Friedrich Dürrenmatt, con la regìa di Franco Però. Interpreti Maria Paiato, Franco Castellano, Maurizio Donadoni. Produzione Teatro Stabile Friuli Venezia Giulia e Artisti Riuniti.