Da Londra, ironia sulla previdenza sociale, la sanità e la burocrazia

Al Teatro San Genesio, fino a domenica 20 marzo, è in scena “Pagamento alle consegna”, commedia di Michael Cooney (figlio del noto commediografo inglese Ray Cooney, che sembra seguire felicemente le orme dal padre), traduzione di Maria Teresa Petruzzi, adattata e diretta da Emilia Miscio. Spettacolo molto popolare Londra (con il titolo “Cash on Delivery”), che mostra in modo ironico e grottesco alcuni dei paradossi presenti nella previdenza sociale e nel sistema sanitario della nostra società. Una farsa, che ironizza anche su quelle pratiche burocratiche spesso lente e ingarbugliate, che mettono in secondo piano bisogni reali, laddove la soluzione talvolta potrebbe essere davvero immediata e semplice.

Londra. Eric, disoccupato da due anni, riceve in continuazione le lettere della previdenza sociale indirizzate a Rupert Thompson, il vecchio inquilino dell’appartamento in cui vive. All’ennesima lettera ricevuta, gli viene una brillante idea: assumere l’identità di Rupert, ormai emigrato in Canada, per incassarne le sue indennità, truffando così la previdenza sociale. Eric rimane però intrappolato nella rete della burocrazia e non riesce a fermare il flusso di assegni e sussidi che iniziano ad arrivare ininterrotti, neanche in seguito alle sue esplicite richieste. Fino a che, un giorno, un ispettore della previdenza sociale si presenta a casa di Eric per una verifica.
Lo stesso giorno, Linda, sua moglie, ha organizzato un incontro con un consulente di “problemi di coppia”. Inizia così un via vai frenetico di goffi personaggi, tra cui anche un impiegato delle pompe funebri e un assistente sociale, vicini di casa e parenti, che darà vita ad situazione sempre più surreale e che si ingarbuglierà fino a creare una serie di malintesi che metteranno a rischio anche un imminente matrimonio.

Gli interpreti: Simone Giulietti, Flaminia Grippando, Massimo Sconci, Emiliano Pandolfi, Claudio Bianchini, Albamarina Dei, Alessandro Coppola, Alessandro Bonì, Letizia Floreali, Paola Moscell.
Scene di Giorgio Miscio, costumi di Giulia Magionami. Spettacolo presentato dalla Compagnia Sogni di Teatro che all’inizio della stagione, proprio al San Genesio, aveva presentato “Delitto al Castello” di Aldo Cirri.

Teatro San Genesio – Via Podgora 1 (viale Mazzini) – Tel. 06/ 3223432. Orario spettacoli: dal lunedì al sabato ore 21, domenica ore 17. Biglietti: intero 15 euro, ridotto 12 euro.