Al Manzoni nove storie per far emozionare e riflettere

La stagione 2015-2016 del Teatro Manzoni presenta nove storie – delicate, divertenti, ironiche, piene di suspense – selezionate, come dice Pietro Longhi (che in questo teatro, come sul dirsi, è di casa come direttore artistico e come attore), “per far emozionare e riflettere”. Soprattutto in un momento in cui “la nostra società, e non solo, sta attraversando un periodo difficile e complesso, dal punto di vista sociale, economico e politico”. Ma in cui la cultura, aggiunge, dovrà continuare ad essere un punto di partenza: perché la voglia di sognare, di ideare, di crescere, di scoprire, “non potrà mai essere soffocata”.

Si comincia, dal 29 settembre al 25 ottobre, con “Maigret al Liberty Bar” di Georges Simenon. Una novità assoluta per i palcoscenici italiani, con il popolare personaggio, e con quelli dell’ennesimo delitto, raccontati soprattutto in una indagine umana e psicologica Tratta da un romanzo, invece, di grande successo (anche in Italia). Ne sono interpreti, Paola Gassman e Pietro Longhi, con Miriam Mesturino e altri attori. La regia è di Silvio Giordani.
Dal 27 ottobre al 22 novembre, una tenera storia d’amore, “L’erba del vicino… è sempre più verde” di Hugh e Margaret Williamsm interpretata da Carlo Alighiero (anche regista), Cinzia Berni, Francesca Nunzi, Diego Ruiz / Una coppia di nobili inglesi, sono costretti, per motivi economici, ad aprire ai turisti l’antica dimora di famiglia. Tra questi turisti, ce ne è uno che si invaghisce della padrona di casa…
“L’appartamento”, di Francesco Apolloni, con Gabriella Silvestri e Stefano Ambrogi diretti da Vanessa Gasbarri, è una commedia sulla difficile integrazione tra diverse etnie e l’emergenza abitativa, raccontate con sensibilità ed ironia. Dal 24 novembre al 20 dicembre.
Fabio Avaro e Rita Forte, con la regìa di Silvio Giordani, dal 29 dicembre al 24 gennaio, presentano “Cicale”, dell’autore (e regista) francese Jean-Marie Chevret. Di scena, è il tema delle famiglie allargate. Un architetto divorziato e momentaneamente disoccupato, una giovane vedova benestante, i rispettivi figli- una depressa per il divorzio dei genitori, uno un manager in carriera, in una vacanza simile a una “fuga d’amore” che rischia di fallire.
Dal 26 gennaio al 21 febbraio, Gianfranco D’Angelo e Patrizia Pellegrino saranno i protagonisti di “Alcazar” di Gianni Clementi, regia di Luca Pizzurro / “Alcazar” è il nome di un teatro di varietà ma la parola indica anche, in spagnolo, una “fortezza”. E in una fortezza – in questo caso, un rifugio antiaereo, durante i bombardamenti di Roma nella seconda guerra mondiale – si rinchiude una sgangherata compagnia di varietà per preparare il nuovo spettacolo. Passi di ballo, monologhi (poco divertenti), come procurarsi i trucchi, amori, gelosie, invidie: tutto server per esorcizzare la paura e il concetto della “fine”.
Elena Cotta e Carlo Alighiero, inossidabile coppia del teatro italiano, tornano ancora una volta insieme come protagonisti di ”Lady Killers” – La Signora Omicidi” di William Rose (Carlo Alighiero firma anche il libero adattamento e la regia). Commedia tipicamente inglese, nel 1955 divenne un film (nomination per la migliore sceneggiatura all’Oscar, protagonisti Alec Guinness e Katie Johnson). Tipico prodotto dell’umorismo nero di marca britannica, garbata, con divertenti invenzioni narrative, la commedia ottimizza le risorse economiche del racconto ma lascia ampio spazio a situazioni più thrillng. / Un’arzilla signora londinese affitta due stanze ad un gruppetto di falsi musicisti che in realtà preparano una rapina. La rapina riesce, i malviventi stanno per scappare quando lei scopre tutto. I rapinatori scompaiono, lasciando il malloppo, lei va alla polizia, ma la polizia non le crede: La tranquillizza – non si preoccupi, tanto c’è l’assicurazione…- e la rimanda a casa. A godersi i milioni della rapina. Dal 23 febbraio al 20 marzo.
Max Tortora e Francesca Antonelli, con un collaudato successo – “Doppia coppia” -, da lui anche scritto insieme a Paola Tiziana Cruciani (che ne firma anche la regia) sono in scena dal 22 marzo al 17 aprile (con loro Enzo Casertano, Vania Della Bidia e Jun Ichikawa) / Una coppia “di periferia” con qualche ambizione, tenta di giocare allo “scambio di coppie”, ma non si può essere diversi da ciò che si è…
Dal 19 aprile al 15 maggio, Saverio Marconi è il protagonista di “reFusi” – Combatti l’ignorantezza! – di Roberta Skerl (altri interpreti, Fabio Avaro, Enzo Casertano, Maria Lauria), regia di Vanessa Gasbarri, alla sua seconda stagione di repliche romane / Un ex correttore di bozze, in un momento di depressione non riesce a tollerare tutti gli “svarioni”, le incongruenze, le insensatezze, le scorrettezze di questo folle mondo. Perde la testa e trova qualche malcapitato su cui sfogarsi…
La stagione si conclude – dal 17 maggio al 12 giugno – con “Straziami ma d’amore saziami” di Josiane Balasco, una divertente spettacolo che ruota attorno a una coppia di attori, già famosi ma caduti nel dimenticatoio anche per il loro caratteraccio, che un agente teatrale tenta di riportare in palcoscenico. Un esempio di “commedia nella commedia” con Pietro Longhi, Gabriella Silvestri, Antonello Costa. La regìa è di Silvio Giordani.
Teatro Manzoni – Via Monte Zebio 14 c – Tel. 06/ 3223634.