Al Teatro dell’Angelo, sentimenti e ricordi, sorrisi ed emozioni

La stagione 2014-2015 del Teatro dell’Angelo corre su un filo conduttore di un teatro che “trasmette emozioni, denuncia problemi, affronta l’uomo di oggi, è al servizio della memoria storica… con un sorriso, spesso con una risata, a volte con momenti di commozione”.

Si è aperta con la riproposta di un testo di Manlio Santanelli, “Regina madre”, con Milena Vukotic e Antonello Avallone, anche regista; recensito, al suo debutto, trent’anni fa, da Eugene Ionesco / Sulla scena, madre e figlio in un teso “duello” condotto in uno scambio di ricatti e ritorsioni, menzogne e affabulazioni. Un testo in cui “l’estremo punto del sentimento della possessività” è paragonabile ad un metaforico cannibalismo: “Esiste un cannibalismo sociale che non si vede ma che minaccia i rapporti familiari” (Manlio Santanelli).

Dal 23 ottobre al 2 novembre, un altro testo collaudato, “La vita non è un film di Doris Day”, di Mino Bellei, datato inizio anni Novanta / Tre anziane amiche alla soglia dei 70 anni, dopo una reciproca conoscenza durante gran parte della vita, scelgono il giorno di Natale per dirsi tutto quello che hanno taciuto nei precedenti decenni. Le interpreti: Paola Gassman, Lydia Biondi e Mirella Mazziranghi. Regia di Claudio Bellanti.

Rappresentato l’estate scorsa al Teatro Romano di Ostia Antica, va in scena – in esclusiva per l’Italia, dal 6 al 30 novembre – “La dea dell’amore” di Woody Allen, versione teatrale dell’omonimo film con la regìa e l’interpretazione di Antonello Avallone affiancato da Giulia Di Quilio.

Dal 3 al 14 dicembre, altra proposta particolare: la messa in scena, firmata da Tonino Tosto, di “Le modiste del ‘43” dalla sconfinata produzione di Aldo Nicolaj / Una cantante di successo torna con i suoi ricordi al dicembre del 1943: in un piccolo paese del Piemonte dove è in atto un rastrellamento degli ebrei… Gli interpreti: con la partecipazione straordinaria di Miranda Martino e Carlo delle Piane, Susy Sergiacomo, Stefania Papaluca, Filippo Nanni, Flavia Di Domenico, Marianna Aliano.

Per le Feste – dal 26 dicembre al 25 gennaio – “La vera storia di ‘Natale in casa Cupiello’” di Corrado Taranto (figlio di Carlo e nipote del “grande” Nino) e Antonello Avallone / La classica comicità napoletana “condita” con quella di “Pallottole su Broadway” di Woody Allen. Grande successo al Teatro dei Cocci (stagione 1999-2000), al Teatro Parioli (2000-2001) e al Teatro dell’Angelo (con il titolo “Pallottole sul Vomero”).

Dal 29 gennaio al 15 febbraio, Pippo Franco in “Sanzionami questo”, con la partecipazione dei Pandemonium / Un viaggio comico all’interno di noi stessi – l’essere umano con il codice fiscale, con un numero…

Dal 17 febbraio al 1° marzo, “Solo altre cento volte”, scritto e diretto da Emiliano De Martino, anche interprete con Giuseppe Zeno (e con Lorenzo Patanè, Rossella Pugliese, Alessia Francescangeli) / Testo sviluppato su un fil rouge leggero che lentamente prende corpo e va a descrivere una sindrome rarissima in psichiatria, la sindrome di Ganser (dal 1848 ad oggi, soltanto cento casi accertati).

Dal 5 al 29 marzo, Antonello Avallone torna ad essere “Io, Ettore Petrolini”, autore Giovanni Antonucci / Un ritratto, non solo teatrale, ma anche umano e “di costume”! del grande artista romano. Regìa di Francesco Branchetti.

Dal 9 al 19 aprile, Sonia Nifosi Motion Dance Group presenta “Un americano a Parigi” – Omaggio a Gene Kelly, coreografie e regia di Sonia Nifosi.

Dal 5 al 17 maggio, “Il prigioniero della Seconda Strada” di Neil Simon (da cui il film interpretato da Jack Lemmon e Anne Bancroft), con Fabio Galadini (anche regista) e Veronique Vergari.

 

Da citare ancora; due Lunedì al mese, Lezioni di anima”, incontri con un artista e una “firma” in campo accademico o opinionistico – Tre serate con Giuseppe Pambieri in “L’infinito Giacomo” – la scoperta di un Leopardi inedito, drammaturgia e regia di Giuseppe Argirò – Ogni due domeniche, la fondazione Teatro Studio Jankovski presenta il suo progetto teatrale Esercizi di Stile con lo spettacolo “Una serata irresistibile” di Giuseppe Manfridi.

Teatro dell’ Angelo – Via Simone de Saint Bon 19 – Tel. 06/ 37513571 – 06/ 37514258.