In scena “Trouble in Tahiti”, l’unico libretto scritto da Leonard Bernstein

Venerdì 19 ottobre (alle ore 20.30), al Teatro Sociale di Amelia, e domenica 21 (alle ore 11) al Teatro Secci di Terni, sarà rappresentata l’opera in un atto “Trouble in Tahiti” di cui Leonard Bernstein (1918-1990) non solo compose la musica ma scrisse anche il libretto, per l’unica volta nella sua vita. Fu scritta nel 1951, nata probabilmente da uno spunto autobiografico, i rapporti tra i suoi genitori per portare in scena le dinamiche che si stabiliscono in una coppia di mezza età, che ha raggiunto l’agiatezza economica e incarna quindi il “sogno americano”, dietro cui però si celano vite tutt’altro che felici, tra indifferenza, incomprensione e ansia, sebbene tutto sembri scorrere regolarmente tra tv, palestra e psicanalista. Il suo debutto, nel 1952, avvenne in una poco nota università del Massachusetts, perché nel periodo del maccartismo il giovane compositore-direttore-pianista era stato messo al bando dai grandi teatri americani e si era perfino visto ritirare il passaporto. Ma era talmente famoso che 3000 persone accorsero per sentire la prima di questa piccola opera.
Inoltre sono previste due recite per le scuole: il 19 alle 11 ad Amelia e il 22 alle 11 a Terni.
Leggi tutto

Il Premio Poggio Bustone a 20 anni dalla morte di Lucio Battisti

Aperta da uno vivacissimo omaggio a Lucio Battisti degli ABC Positive, sì è conclusa, a Rieti, in Piazza Mazzini all’interno degli appuntamenti di Rieti Cuore Piccante, la quattordicesima edizione del Premio Poggio Bustone (paese natale dell’artista, di cui ricorrono quest’anno i venti anni dalla scomparsa). A condurre la serata, come tradizione, Maria Luisa Lafiandra, direttore artistico di questo appuntamento annuale dedicato alla “grande canzone d’autore di qualità”.
Il Premio e il premio come Miglior Cover di Battisti (con “Era”) è andato al materano Angelo Cicchetti con “Tutto se ne va”, secondo classificato e Premio Personalità Artistica è andato ad Angelo Lazzaro Gargiulo da Sant’Antonio Abate (Napoli) con “Un attimo di noi”. Terzo classificato Walter Piva da Gela con “Flussi d’incoscienza”. Altri finalisti: Lara Dei, Julian Ross, Massimo Comencini, Matteo Gallina.
Sul palco, oltre ai finalisti, è salito anche Paolo Longhi, vincitore del Premio Personalità Artistica 2017. Un momento importante di questa finale anche la consegna del premio Personalità Artistica a Massimo Wertmüller di cui nel vicino Chiostro di Sant’Agostino è stato proiettato il corto “Il tema di Jamil”.
La giuria: presidente Valentina Rossi (cantante e docente di canto), il già citato Paolo Longhi, Argoh (cantautore, produttore discografico), Pino Balducci (esperto di Lucio Battisti), Emma Biscetti (poetessa, artista).

La quinta edizione del festival “ad Arte” nel centro storico di Calcata

Tre giorni di teatro, cinema ma anche di musica, arte e dibattiti, tre giorni all’insegna della cultura, a Calcata, piccolissimo centro a pochi chilometri tra Roma e Viterbo: dal 31 agosto al 2 settembre è di scena la quinta edizione del Festival AdArte, diretto da Igor Mattei e Marina Biondi, in cui anche quest’anno, come nell’edizione 2017, spettacoli e film saranno ospitati nelle le piazze e nei vicoli all’interno dello splendido centro storico.
Zona di escursionismo e di equitazione, con il suo Parco del Treja, le Cascate di Monte Gelato a Mazzano Romano, location di cinema per Rossellini, Zeffirelli, Pietrangeli, Sergio Leone, Orson Wells, Lucio Fulci e tanti “peplum” e più di recente fiction di successo), il lago di Martignano e di Bracciano a soli 15 km, località ricca di arte con a pochi chilometri Nepi, Civita Castellana, il centro di Faleria, la città d’arte di Castel Sant’Elia, Calcata è un luogo da scoprire, o da ritrovare, anche grazie al Festival.
Leggi tutto

Tutti gli appuntamenti con Quartieri dell’Arte, a Viterbo e dintorni

Dopo lo spettacolo inaugurale, il 26 agosto, a Bagnoregio, della 22esima edizione del festival Quartieri dell’Arte (fondatore e direttore artistico: Gian Maria Cervo., condirettore: Alberto Bassetti), la rassegna prosegue, il 29 agosto, a Vitorchiano (Complesso di Sant’Agnese) con “Razza di sogno” , scritto e diretto da Massimo Malucelli, Coproduzione del Festival con il Centro Preformazione Attoriale di Ferrara.
Il 2 e il 4 settembre, ancora a Vitorchiano, in anteprima mondiale, “LEAVeS” di Aboud Saed, Stéphane Oertli, Françoise Bérlanger,, Anna Romano, Maria Pia Selvaggio, regia Anna Romano, spettacolo presentato da Forteresse Bruxelles.
L’8 e il 9 settembre, sempre a Vitorchiano, “The Wedding” , con Katariina Lantto, Madeline Gabel, Milena Olchowska, Jakub Kordas, Filip Krupa, Eirik Langås, Peder Ulven, Andreas Vedvik, regia di Piotr Cholodzinski. Spettacolo, in prima nazionale. presentato da Mozarteum Salisburgo, Westerdals Oslo, Taide Yliopisto Helsinki, Accademia d’Arte Drammatica di Varsavia.
Dal 14 al 20 settembre si torna a Civita di Bagnoregio (Piazza San Donato) per “Pastorale contemporanea n.1” dei Fratelli Presnyakov, curatela di Gian Maria Cervo, prima mondiale.
Il 14 settembre, a Viterbo (Teatro Caffeina) ”L’ammore nun è l’ammore”, 30 sonetti di Shakespeare traditi e tradotti da Dario Jacobelli, con Lino Musella e Marco Vidino (cordofoni e percussioni), regia Lino Musella, produzione Elledieffe in collaborazione con Le Vie dei Festival.
Leggi tutto

Si apre il 22esimo Festival “Quartieri dell’arte” a Viterbo e dintorni

Il Festival Quartieri dell’Arte, diretto da Gian Maria Cervo, con la sua XXII edizione dal 26 agosto al 24 ottobre 2018, prosegue il ciclo denominato “Ricostruzione di una Città” con percorsi di ricostruzione della memoria e di coesione sociale, spesso operati da Compagnie emergenti per cui scrivono maestri della scena di tutte le generazioni, noti o rispettati a livello nazionale o globale. QdA promuove un progetto che esplora i legami di Viterbo e del Lazio con grandi movimenti, dal francescanesimo allo spiritualismo, dal caravaggismo agli artisti dell’Accademia di San Luca, dalle cantine-teatro alle più sofisticate tecniche polivocali del XXI secolo, trasformando il territorio, attraverso spettacoli realizzati in luoghi storici, da formazioni leggendarie internazionali come il Teatro Reale di Zetski Dom del Montenegro, La Fura dels Baus, Westerdals, Taide Yliopisto, il Mozarteum di Salisburgo e l’Accademia Teatrale di Varsavia, in un unico palcoscenico in cui si narrano i percorsi delle grandi “avanguardie” artistiche del Lazio degli ultimi 800 anni. Moltissime le prime mondiali.
Leggi tutto

Un “concerto per animali” chiude la sesta edizione di Assisi Suono Sacro

Il 24 agosto, alle ore 18, nel Bosco del Fonda Ambiente Italiano, ai piedi della Basilica, Assisi Suono Sacro chiude la sua sesta edizione, che porta il sottotitolo di Creatura con un “Concerto per animali”, un appuntamento in musica pensato espressamente per i nostri fratelli più piccoli. Lo spunto, ovviamente, è offerto dall’esempio del grande San Francesco: anima santa capace di parlare ai lupi e agli uccelli. Ma anche dalla mitologia greca antica di Orfeo con le fiere, o indiana di Krishna che suona il flauto circondato dai pavoni. Un messaggio di Pace e di riconciliazione con il mondo animale.
Sul palco del Bosco di San Francesco si esibirà l’Ensemble Assisi Suono Sacro guidato da Andrea Ceccomori al flauto con Maria Chiara Fiorucci all’arpa e Stefano Battaglia al contrabbasso e il quartetto d’archi dell’Orchestra giovanile. Ospiti della serata anche il percussionista Rodolfo Littera e i dj Viceversa e Maffei. In programma uno speciale medley, grazie all’ arrangiamento di Fabrizio Volpi, che ripercorrerà i principali temi della musica classica dedicati agli animali. Ma anche omaggi speciali dedicati ad ogni singola specie presente alla serata a cura del Maestro Ceccomori.

IL festival di Borgio Verezzi chiude con altri tre debutti nazionali

Ultimi tre spettacoli del Festival di Borgio Verezzi, tutti in debutto nazionale, di cui uno evento speciale nelle Grotte.
Venerdi 10 agosto, con replica sabato 11,
presentato da Carpe Diem Produzioni, “Casalinghi disperati” di Cinzia Berni e Guido Polito, regia di Diego Ruiz, con Nicola Pistoia. Gianni Ferreri, Max Pisu, Danilo Brugia. Una commedia divertente, attuale, irriverente e molto verosimile. I quattro protagonisti sono uomini fragili che cercano di sopravvivere alla loro condizione di separati, tentando di districarsi tra problemi economici, sentimentali, di convivenza e provando a salvaguardare almeno il loro rapporto con i figli.
Leggi tutto

Un ” Macbeth” trasfigurato in una Palermo lavica e in una lingua dialetto

Il 10 agosto, alle 21.15, alle Orestiadi di Gibellina – Baglio di Stefano – Cortile Inferiore, va in scena, i prima nazionale, “Notturno MacBeth” da “Libro notturno” di Franco Scaldati, regia di Umberto Cantone.Più che una traduzione, un corpo a corpo poetico con la magmatica materia del “Macbeth”, per sottrarla ai vincoli della rappresentazione e spezzarne la narrazione. Questo è “Libro notturno”, testo originariamente destinato alla lettura, nel quale Franco Scaldati isola alcune suggestioni dell’opera di Shakespeare innestandole nel corpo lirico della sua lingua dialetto.
In questo ordito drammaturgico – si legge in una nota di presentazione dello spettacolo – tutti i temi appaiono inscritti nel paesaggio di un Sud mitologicamente trasfigurato, l’orizzonte della Palermo lavica e labirintica di Scaldati, che nello studio pensato per Gibellina trova il suo ideale environment nei volumi e nell’affaccio di Palazzo Di Lorenzo, una di quelle strutture sontuosamente predisposte a funzionare come spazio scenico generatore e di cui l’installazione di Enzo Venezia punta a esaltare il valore figurale tout court.
Leggi tutto

Ad Assisi un concerto per i “viaggi dell’anima”: ricordando Hiroshima

Lunedì 6 agosto, la rassegna Assisi Suono Sacro, in collaborazione con il Centro Pace di Assisi, dedica ad Hiroshima il “Concerto Peregrinandi”. L’appuntamento è presso la Piazza del Comune alle ore 8,15 l’ora esatta in cui venne sganciata la testata nucleare.
Il progetto ideato da Andrea Ceccomori (flauto), già Cavaliere per la Pace, e Marco Testoni (caisa drum e percussioni) è dedicato alla ricerca spirituale e ispirato a tutti i “viaggi dell’anima”, dal Cammino di Santiago alle strade della Via Francigena.

Calvi Festival: al teatro, la musica, i film, si aggiungono le mostre d’arte

Nella storica cittadina Calvi dell’Umbria, dal 4 agosto torna Calvi Festival, terza edizione della rassegna di teatro, cinema, musica e danza, diretta da Francesco Verdinelli. Come consuetudine gli appuntamenti avranno luogo nella centrale Piazza Mazzini, in Piazza Sant’Andrea, nel Monastero delle Orsoline.
Quest’anno è la danza ad aprire il Festival, sabato 4 agosto alle 18.30: il coreografo e regista Ricky Bonavita presenta “Pulsazioni”, un percorso di conoscenza poetica al cui interno la danza lascia nell’aria il riverbero delle emozioni, delle pulsazioni dell’anima.
Sempre il 4 agostom alle 21,15, parte la rassegna cinematografica Nuovo Cinema Italiano, a cura dell’associazione Viatores Umbro Sabini in collaborazione con il Comune di Calvi dell’Umbria. In cartellone:”Indivisibili” di Edoardo de Angelis , “Cuori puri” di Roberto de Paolis, “Ammore e malavita” di Manetti Bros, film per bambini e alcuni cortometraggi proiettati nel corso della “Maratona dei corti” in scena a Roma. Il 31 agosto agosto è in programma “Calvi doc”, la proiezione di due documentari, con la regia di Salvatore Braca, realizzati per la Rai su cittadini, particolarità ed eccellenze di Calvi dell’Umbria.
Leggi tutto