Al Manzoni, dodici commedie con il “sapore” dei nostri giorni

Dieci storie moderne – contemporanee -, all’insegna dell’emozione, del divertimento, del sogno, della riflessione: commedie “brillanti” raccontate sul palcoscenico del Teatro Manzoni nella stagione 2018-2019.
Il cartellone si apre il 4 ottobre con Massimo Giuliani, Gabriella Silvestri e Fabio Avaro che presentano “Divorzio alla romana” di Stefano Reali per la regia di Renato Giordano / Una commedia che nasce dall’idea di rappresentare l’amore, irrinunciabile ad ogni età, soprattutto nella nostra epoca in cui la qualità della vita ci permette di “restare” giovani. Un marito premuroso, una moglie depressa e una suocera bizzarra si vedono letteralmente piombare in casa un giovane aitante e sfacciato che sconvolgerà la loro vita. Si replica fino al 28 ottobre.
Dal 1° al 25 novembre saranno in scena Edy Angelillo e Blas Roca Rey diretti da Carlo Alighiero con “L’anno prossimo…alla stessa ora” di Bernard Slade / Un successo ovunque sia stato rappresentato. Doris e George, entrambi sposati, si incontrano per caso in un convegno. Subito scatta la scintilla, ma non considerano l’incontro un tradimento, tanto da decidere di ripeterlo l’anno dopo e poi ancora e ancora… nello stesso posto, nella stessa data, alla stessa ora.
Leggi tutto

Al Teatro Olimpico, grandi nomi e novità in un cartellone vastissimo

Presentata dal direttore artistico Lucia Bocca Montefoshi, la stagione 2018–2019 del Teatro Olimpico si presenta ricca di grandi artisti e molteplici spettacoli di diverso genere: si va dalle commedie di prosa ai musical, dai grandi nomi della comicità e mattatori del palcoscenico, agli spettacoli di danza classica. Ed ancora spazio ad arte, magia, illusionismo, opera lirica, teatro visuale, varietà.
Il primo spettacolo dell’anno, una pre-apertura della stagione il 26 settembre, sarà “Ridi con me” di Antonello Costa, uno degli artisti più originali e di talento del panorama comico italiano, un vero e proprio varietà moderno.
Ottobre inizia con due proposte dell’Accademia Filarmonica Romana legate alla danza classica del Balletto del Sud: “La giara” (dal 4 ottobre) e “La Bella Addormentata” (dal 6 ottobre). Due balletti a cura di Fredy Franzutti, oggi uno dei coreografi più noti e apprezzati nel panorama nazionale – La settimana successiva, dal 10 ottobre, inaugurazione della stagione con una incursione nell’arte accompagnati da Vittorio Sgarbi: dopo Caravaggio e Michelangelo si entra nel meraviglioso mondo di Leonardo. A cura di Doppiosenso, progetto di Valentino Corvino e Tommaso Arosio – Ancora danza con Romaeuropa Festival: va in scena, dal 17 ottobre, “Grand Finale” che segna il ritorno di Hofesh Shechter. Il mese di ottobre si chiude con il ritorno a Roma di “Sogno e son desto 400 volte (dal 23 ottobre), spettacolo dal successo di Massimo Ranieri, ideato e scritto con Gualtiero Peirce.
Leggi tutto