Teatro Parioli – Che cosa c’è dietro lo slogan “nuovi Scenari”?

Con lo slogan, Nuovi Scenari, il Teatro Parioli, con la direzione artistica di Luigi De Filippo per il sesto anno consecutivo, presenta un cartellone, quello del 2017-2018, ricco di conferme ma anche di novità con l’obiettivo di allargare la platea con una stagione più “traversale”.
Spettacolo inaugurale, dal 24 ottobre al 5 novembre, “Poker” con Francesco Montanari e la regia di Antonio Zavatteri, seguito – dal 7 al 19 novembre – da “ L’avaro” di Molière con Alessandro Benvenuti e la regia di Ugo Chiti. A seguire, sempre Alessandro Benvenuti, ma qui in veste di regista, dal 21 novembre al 3 dicembre – con “Sabbie mobili”, risate e allegria con Roberto Ciufoli, Nino Formicola, Max Pisu.
Due notissime attrici, Valeria Fabrizi e Simona Marchini, dirette da Enrico Maria Lamanna, saranno protagoniste, soltanto dal 5 al 10 dicembre, della divertente e commovente commedia “Due civette sul comò”, tratta dal testo del Premio Pulitzer David Lindsay-Abaire.
Leggi tutto

Teatro Sistina – Dai grandi musical alla prosa, con sapori di varietà

La stagione 2017-2018 del Sistina, leader italiano nel teatro musicale, con ben quattro titoli tra i maggiori successi mondiali del momento, vede in cartellone “Mamma mia!”, il musical campione di incassi del decennio con le canzoni degli Abba e protagonisti Luca Ward, Paolo Conticini, Sergio Muniz, Sabrina Marciano (dal 6 dicembre al 7 gennaio) – “Grease”, della Compagnia della Rancia, con la regia di Saverio Marconiuno dei più longevi successi italiani che torna al Sistina dopo vent’anni dalla sua prima storica edizione, questa volta con Guglielmo Scilla (conosciuto sul web anche come Willwoosh) (dal 14 al 24 ottobre) – Tratto dal film con una delle più immortali colonne sonore della storia consegnata al mito, arriva “The Bodyguard” reso celebre dalla sua indimenticabile interprete Withney Houston, che vedrà come interprete principale Ettore Bassi (dal 17 novembre al 3 dicembre) – Dopo circa 10 anni dal suo esordio nel West End, torna “ Billy Elliot” che ancora incanta e colpisce le platee di tutto il mondo con le splendide musiche di Elton John e una bellissima storia di speranza, con nuovi giovani protagonisti cresciuti all’Accademia del Teatro Sistina (dal 6 al 22 aprile).
Leggi tutto

Teatro Argot – Spettacoli, progetti, rassegne tra prosa e danza

Il nuovo cartellone del Teatro Argot Studio, direttore artistico Francesco Frangipane, ha una caratteristica: programma uno spettacolo al mese. Ma, come vedremo, all’ultimo calar del sipario di spettacoli se ne saranno visti di più perché, con la direzione artistica di Tiziano Panici, il locale di cui è stato fondatore (e ora ne è presidente onorario) Maurizio Panici, ospita la rassegna Dominio Pubblico – La città degli Under 25, giunta alla quarta edizione. Tutto e tutti sotto la presidenza di Renato Campese, e con la consulenza di Serena Grandicelli.
Argot Studio ha aperto la stagione, con repliche fino al 15 ottobre, con lo spettacolo “Dall’alto di una fredda torre” di Filippo Gili, regia di Francesco Frangipane / Un testo che mette in scena alcuni problemi morali ed esistenziali “universali” al vaglio di una serie di situazioni all’interno di una famiglia. Spettacolo presentato da Argot Produzioni. Dal 7 novembre, un altro spettacolo di Argot Produzioni, “Il cappuccio d’osso della luna” di Cristina Cirilli, regia di Maurizio Panici / Un puzzle di emozioni e sentimenti che ha bisogno di essere “ricostruito”. Un ritratto di famiglia che così^ famiglia non è. Terzo spettacolo di Argot Produzioni, dal 5 dicembre, “La ragazza lasciata a metà” della scrittrice irlandese Eimear McBride , in prima nazionale (soltanto lettura scenica, lo scorso anno a Trend-Nuove frontiere della scena britannica).
Leggi tutto

Teatro Manzoni – Storie di vita che in qualche modo ci appartengono

La stagione 2017-2018 del Teatro Manzoni è caratterizzata da nove commedie contemporanee: quattro di autore italiano e cinque di autore straniero. Storie di vita, d’amore, d’amicizia, di gelosie. di tradimenti, di delusioni, di incontri, di scontri, di lotta, di figli, di mogli e amanti…..Storie selezionate per far sognare e riflettere, dove non è difficile riconoscersi. Che, anzi, in qualche modo appartengono ad ognuno di noi.
Dopo il ritorno di Paolo Triestino e Nicola Pistoia, protagonisti, e registi, di “La cena dei cretini” di Francis Veber, in scena fino al 22 ottobre, dal 26 ottobre al 19 novembre, Carlo Alighiero e Giorgia Trasselli, con Cinzia Berni e Diego Ruiz saranno in scena con “Bluff – Niente è come sembra,” per la regia di Carlo Alighiero / Una commedia in cui il thriller si sposa con le risate, e gli equivoci si alternano ai colpi di scena. Possibile che una pacifica e amabile signora con la passione per le sue piante sempre così rigogliose e per le marmellate fatte in casa, possa venire coinvolta in pericolose indagini di polizia? Un giocatore incallito che dice di volersi redimere, avrà veramente la capacità di farlo, o rischia di perdere anche la scommessa con se stesso? Riuscirà un imbranato professorino di matematica a schivare colpi bassi e proiettili vaganti? Una bionda avvenente con la passione per il make up sarà in grado di usare la pistola al momento giusto?
Leggi tutto

Teatro degli Audaci… Una stagione alle “porte di roma”

Il Teatro degli Audaci, realtà “culturale” audacemente nata e appassionatamente fatta crescere, alla sua quinta stagione: era, infatti il settembre del 2013 quando Flavio De Paola, che ne è ancora il direttore artistico, tagliava il tradizionale nastro, inaugurando la struttura che egli stesso, vendendo la propria casa, aveva “costruito” e che, insieme a pochi amici di una Compagnia degli Audaci, aveva contribuito a far crescere , in quella quasi periferia, in uno spazio concesso dall’allora Terzo Municipio, “alle porte di Roma”.
Sedici appuntamenti, di cui molti “in ospitalità” proprio per ampliare il ventaglio delle esperienze teatrali e l’interesse del pubblico.
Dopo un’unica serata, quella del 30 settembre, protagonista Emiliano Ottaviani in concerto con Simone Salerni (fagotto), Paolo Monaldi (percussioni) e con la partecipazione dell’attrice Maria Cristina Gionta, dal 5 all’8 ottobre è in scena il collaudato successo di Angelo Longoni “Xanax”, regia di Marco Cavallaro. Segue, dal 12 al 22 ottobre “Sbussolati”, scritto e diretto da Roberto D’Alessandro, protagonista Mario Zamma, attore caratterista, musicista, imitatore e “rumorista” – uno dei protagonisti degli spettacoli del Bagaglino (al Salone Margherita).
Leggi tutto

Teatro Roma – Il coraggio di crescere con i piedi per terra

La programmazione del Teatro Roma, alla sua nona stagione, ha una coraggiosa impennata. A Pietro Longhi che lo ha praticamente “rifondato” si affianca nella sua collaborazione artistica Gianluca Ramazzotti, attore e produttore teatrale.
“A differenza di quello che avviene in tante altre realtà, non solo romane – spiega Longhi -, dove gli spettacoli restano in scena per pochi giorni, intendiamo invertire questa tendenza e provare a programmare spettacoli per 5 o sei settimane, alzando, quindi, il livello produttivo ed imprenditoriale. Il cartellone che proponiamo per la stagione 2017-18 va in questa direzione e speriamo di contagiare con il nostro entusiasmo anche tanti spettatori che non hanno avuto ancora l’opportunità di conoscere questo teatro”.
“Una città come Roma – dice a sua volta Gianluca Ramazzotti – non può non avere un teatro in cui le produzioni siano presentate per un lungo periodo di tempo. Ḕ un dato di fatto che in tutta Europa le produzioni di quasi tutti i teatri restano in cartellone per tante settimane, a volte mesi. Per questo, quando Pietro Longhi mi ha chiesto di occuparmi insieme a lui della stagione del Teatro Roma ho pensato che un ‘teatro di quartiere’ potesse diventare un piccolo gioiello per la Città. Dopotutto i romani hanno bisogno di tempo per andare a teatro, sentirsi rassicurati e avere modo di far crescere il passaparola. Ecco perché abbiamo deciso di presentare una stagione con artisti e con commedie internazionali, successi che hanno divertito il pubblico in giro per il mondo attraversando ed esaltando anche la nostra drammaturgia”.
Quattro prime nazionali, tre riprese della scorsa stagione, due novità italiane, un musical attualmente in scena a Londra, giovani registi ed esperte conferme, beniamini del pubblico ed artisti da scoprire e riscoprire per un nuovo cartellone “fresco, dinamico e di grande divertimento per tutti, e soprattutto a lunga tenuta”.
Leggi tutto

Teatro Golden – Dai sorrisi della commedia alla musica e alla danza

L’ottava stagione del Teatro Golden, con la direzione artistica di Andrea Maia, ha i suoi punti di forza nella commedia che si alterna comunque con spettacoli musicali, la danza e qualche one man show. Apre la stagione degli spettacoli in abbonamento, dal 26 settembre al 15 ottobre “Le bisbetiche stremate” di Giulia Ricciardi, anche interprete con Federica Cifola e Beatrice Fazi, regia di Michele La Ginestra. Spettacolo prodotto da Teatro 7 (di cui La Ginestra è ideatore e direttore artistico).
Segue, dal 24 ottobre al 19 novembre, lo spettacolo di Edoiardo Silos Labini “Uno sbagliato” con Alice Viglioglia, Chiara Capobianco, Lorenzo Felice Tassiello e con i ragazzi dell‘Academy del Teatro Golden / Ti sta accanto gomito a gomito al bancone del pub. Sarebbe un quarantenne di bell’aspetto se non fosse consumato dall’ennesimo drink. Entra litigando con il buttafuori – che facce come queste non ne vuole nel suo locale -. E così, già abbondantemente ubriaco, racconta i suoi ultimi tre tragicomici giorni: il licenziamento, i colleghi di lavoro, la moglie e le figlie, la bionda ricca rimorchiata al concerto rock, le bevute per dimenticare, il ritorno a casa dalla sua famiglia…
Leggi tutto

Eliseo al varo della terza stagione con al timone Luca Barbareschi

La stagione del Teatro Eliseo si apre il 26 settembre con un grande classico – testo cardine e paradigmatico – del Novecento, “Finale di partita” di Samuel Beckett, nella versione, in prima nazionale, diretta da Andrea Baracco e interpretata da Glauco Mauri e Roberto Sturno.
Dal 17 ottobre, per la prima volta in scena, “Un borghese piccolo piccolo”, romanzo di Vincenzo Cerami da cui è stato tratto anche il capolavoro di Mario Monicelli protagonista Alberto Sordi. Ad interpretare il ruolo che fu di Sordi, in questo adattamento firmato dal regista Fabrizio Coniglio, è Massimo Dapporto.
Dal 7 novembre, novità assoluta (debutto nazionale al Napoli Teatro Festival), l’ultima opera del Premio Pulitzer David Mamet, “Il penitente”, nella traduzione e con la regìa di Luca Barbareschi anche interprete con Lunetta Savino, Massimo Reale e Duccio Camerini / L’assenza di etica governa un mondo capovolto e, qui, colui che sfida la menzogna e difende la verità, non sembra apparire l’uomo buono né l’eroe della vicenda.
Dal 28 novembre, un classico fuori del tempo, “Il malato immaginario” di Molière nella storica versione di Franco Parenti ripresa da Andrée Ruth Shammah, protagonista Gioele Dix.
Per le Feste Natalizie (dal 19 dicembre), “La guerra dei Roses” di Warren Adler. Una storia comica e crudele, ridicola e folle, interpretata da Ambra Angiolini e Matteo Cremon con la regia di Fikippo Dini.
Dal 9 gennaio, una originale versione di Massimiliano Bruno e Francesco Bellomo del noto testo shakespeariano “Sogno di ua notte di mezza estate” – un teorema sull’amore tra mito, fiaba e quotidianità -, con Stefano Fresi, Giorgio Pasotti, Violante Placido e Paolo Ruffini.
Leggi tutto

Sala Umberto – Un cartellone di 24 titoli che corre su due strade parallele

La stagione 2017-2018 della Sala Umberto corre, diciamo così, su due strade parallele: una, che comincia il 3 ottobre e che si conclude il 27 maggio, con rappresentazioni il martedi, il giovedi e il venerdi alle ore 21, il mercoledi e la domenica alle 17, il sabato alle 17 e alle 21 – e l’altra, che si intitola “Incursioni”, con rappresentazioni – spesso in unica data – sempre alle ore 21.

Il primo cartellone prevede 13 spettacoli:
dal 3 al 15 ottobre “Odio Amleto” di Paul Rudnick, con Gabriel Garko e Ugo Pagliai e con la partecipazione di Paola Gassman, regìa di Alessandro Benvenuti / E’ la storia di una star del piccolo schermo che, per rifarsi un look da attore impegnato, accetta di interpretare il ruolo di Amleto sul palcoscenico, ma gli appare il fantasma del leggendario John Barrymore, pronto a dargli consigli sull’interpretazione. Quando il protagonista riceverà la proposta di un nuovo ruolo importante in tv, con compenso stellare, si troverà a dover scegliere tra il nobile Shakespeare e la popolarità della televisione…
Dal 19 al 29 ottobre “Il borghese gentiluomo” di Molière (traduzione di Cesare Garboli), protagonista Filippo Dini che firma anche la regia. Spettacolo presentato a Fondazione Teatro Due e Stabile di Genova.
Leggi tutto

Teatro LoSpazio – Le identità di chi vive l’oggi e le sfumature della vita

Decima stagione del Teatro Lo Spazio “in crescita”, struttura che si avvia ad aprire la quinta sala prove e che, con la direzione artistica del compositore, musicista e regista Francesco Verdinelli, presenta un cartellone di oltre trenta titoli, oltre a qualche iniziativa particolare. Nomi consolidati e nuove generazioni, commedia, teatro civile, sperimentazione, l’uso delle tecnologie, la danza, la musica, la letteratura, un pizzico di cinema. Occasioni di incontro e confronto: “Nelle storie portate in scena” dice Verdinelli “dalla quotidianità o dalla fantasia, c’è un filo invisibile che lega le infinite identità di chi vive l’oggi, attento alle sfumature della vita“.
E veniamo al cartellone. Si comincia, dal 14 al 24 settembre, con “Per colpa di un coniglio”, di Paolo Camilli e Simona Zafferani, interpretato da Moira Angelastri e Paolo Camilli che ne firmano anche la regia: ritratto di una giovane che vuole assolutamente che qualcosa di bellissimo accada, convinta che qualcuno la condurrà in un luogo meraviglioso / Dal 26 al 29 settembre “Quel mattino di aprile”, scritto, diretto e interpretato da Germano Rubbi (con Amedeo Carlo Capitanelli, Giovanni D’Artibale, Maria Cristina Cerri Ciummei), che riporta ad un episodio della “guerra preventiva ai civili” da parte dei tedeschi del feldmaresciallo Kesserling.
Leggi tutto