Il Sistina premia la tradizione ma lancia la novità

La stagione 2015-2016 del Teatro Sistina chiude il triennio che il regista Massimo Romeo Piparo – citando titoli, nomi e cifre (anche nella stagione appena conclusa, dichiara, il Sistina ha superato i 200mila spettatori) -, chiama la “trilogia” del rilancio dello storico teatro romano. Il Ministero gli ha tolto la definizione di Teatro stabile della Commedia musicale italiana: e anche Piparo si unisce al coro delle proteste di diversi teatri italiani privati cui, in corso d’opera, come suol dirsi – cioè a cartelloni della stagione ormai ben definiti e ad impegni sottoscritti – è stata negata la categoria alla quale ritenevano giusto appartenere (alcuni di essi da decenni). Per quanto riguarda Roma, è il caso del Teatro Vittoria, della Sala Umberto e del Brancaccio, del Ghione, del Teatro Italia e del Teatro Roma, del Teatro Palladium. Ma Piparo, non promuoverà alcuna azione di protesta (come invece faranno i teatri “colpiti” che hanno coinvolto le strutture dell’Agis). Siamo un teatro privato, stringe Piparo, e “continueremo ad andare avanti nella sempre maggiore lontananza delle Istituzioni dalle sorti del teatro più amato di Roma”.

Leggi tutto

Nel cartellone del Parioli, l’amore per il teatro di tradizione

La stagione 2015-2016 del Teatro Parioli – che, come ormai il pubblico romano sa, è intitolato a Peppino De Filippo – è la quarta curata da Luigi De Filippo, il figlio di Peppino. E ancora una volta le scelte del cartellone – come lui stesso dice nel presentarlo – sono segnate dall’amore per il Teatro di grande tradizione, che riesce sempre a comunicare al pubblico belle emozioni. individuando gli strumenti che avvicinino il pubblico di tutte le età alla cultura teatrale. Un certo genere di prosa, la commedia – con uno sguardo anche alle giovani leve -, il balletto, l’operetta. Con una serie di iniziative collaterali, di cui si parlerà a completamento del cartellone egli spettacoli in abbonamento.

Leggi tutto

Al Vittoria, teatro di tutti e per tutti, un cartellone “coraggioso”

A presentare la stagione 2015-2016 del Teatro Vittoria , è l’attrice Viviana Toniolo che del Vittoria è direttore artistico ma che è anche rappresentativa espressione della cooperativa Attori e Tecnici che al Vittoria – tra i primi Teatri Stabili privati di interesse pubblico riconosciuti dal Ministero – lavora da trent’anni. Una stagione che, con lo slogan “Il teatro di tutti e per tutti”, si annuncia irta di ostacoli e sacrifici ma che non per questo vede tutti “meno combattivi”. E un cartellone denso e articolato. E coraggioso.

Leggi tutto

Il “rilancio” del Quirino, con provata passione e rinnovato coraggio

La stagione 2015-2016 del Teatro Quirino (il primo teatro romano che ha reso noto il suo prossimo cartellone, che si aprirà ad ottobre, illustrato dai direttori artistici   Geppy Gleijeses e Rosario Coppolino) è la stagione di un “teatro d’arte popolare”, la cui filosofia non può essere che quella dettata da colui al quale è dedicato, Vittorio Gassman, ed in cui trovano spazio nuove drammaturgìe ed artisti emergenti del teatro europeo. Quest’anno più che in passato, in un momento di crisi, davanti a tante difficoltà, unendo le forze e “rilanciando”, nelle prospettive di un gruppo di gestione composto da operatori culturali e teatranti privati (Quirino srl, amministratore delegato Rosario Coppolino) nel segno di una “provata passione e di un rinnovato coraggio”.

Leggi tutto