Tor Bella Monaca: primo weekend di luglio tra musica e cinema

Al Teatro Tor Bella Monaca, sabato 4 luglio, ore 21: “ Dall’Opera al Musical, a cura di Alfredo Santoloci – Domenica 5, alle 18: “ Stories we tell” per la rassegna Cinema Loves Comedies.
E’ un gradito ritorno quello di Santoloci con Olimpia Pagni e Junyoung Kim. Un viaggio immaginifico che, attraverso video musicali spettacolari ed interpretazioni magistrali, offre al pubblico la possibilità di avvicinarsi e approfondire la straordinaria stagione del Melodramma. Il mestro Santoloci, attraverso aneddoti, curiosità, riferimenti storici e stilistici, conduce lo spettatore tra le vicende delle più celebri opere. Musiche di Monteverdi, Lully, Haendel, Mozart, Rossini, Bellini, Donizetti, Bizet, Wagner, Verdi, Leoncavallo, Puccini e Gershwin.
Leggi tutto

In Sala Casella, alla Filarmonica Romana, “Assoli” di percussioni

Domenica 5 luglio all’Accademia Filarmonica Romana, nella Sala Casella via Flaminia 118), sono in programma i concerti della rassegna ssionidella quinta edizione di “Assoli”, un approfondimento sul nuovo virtuosismo e la musica d’oggi. Si recuperano due concerti che si sarebbero dovuti svolgere la scorsa primavera, con i giovani e talentuosi percussionisti Domiziana Del Mastro, Luca Caliciotti e Luca Giacobbe particolarmente dediti al repertorio contemporaneo, i quali presentano due concerti “speculari” (alle ore 18 e alle ore 18.45) dedicati alla famiglia delle percussioni, mettendo a confronto brani destinati agli strumenti a suono determinato con lavori pensati per percussioni a suono indeterminato.
Per il concerto delle ore 18 centrato sulle percussioni determinate, in programma musica di autori statunitensi in un confronto fra generazioni: si apre con “To the Earth” (1985) for speaking percussionist su testo di un inno omerico di Frederic Rzewski (1938), formatosi musicalmente in Italia, dove è stato allievo di Dallapiccola. A seguire “new year’s day” (2016) per vibrafono di Elliot Cole (1984) che alle percussioni riserva un ruolo principale nella sua produzione, e si conclude con “Table talk” (2016) per vibrafono preparato di Alyssa Weinberg (1988).
Leggi tutto

“Classica al tramonto” nel Museo dell’Orto Botanico a cura della IUC

Si inaugura domenica 5 luglio il festival “Classica al tramonto”, la rassegna di musica da camera organizzata dall’Istituzione Universitaria dei Concerti nel Museo Orto Botanico dell’università La Sapienza (largo Cristina di Svezia n. 24), un luogo segreto e silenzioso della città, a ridosso di Palazzo Corsini alla Lungara. La formula del festival consiste nel presentare alcuni dei migliori solisti e gruppi italiani, giovani ma già affermati. Con un concerto finale speciale dedicato al jazz.
Il primo degli otto appuntamenti, il 5 luglio alle 20.30, è affidato alla pianista Gloria Campaner, al violinista Michele Redaelli e al violoncellista Enrico Saverio Pagano. Suoneranno di volta in volta in trio, in duo e a solo, proponendo musiche di Haydn, Respighi, Beethoven e Mozart.
Leggi tutto

L’Estate del Teatro di Roma, Argentina e India. arene estive e posti limitati

Il Teatro di Roma riapre alla città, agli artisti e al pubblico, offrendo una Stagione estiva straordinaria per tornare a essere luogo da vivere con il pensiero, l’incontro, le prove e lo spettacolo. Dall’arena del Teatro India al palcoscenico dell’Argentina, tra spettacoli, concerti, laboratori e rassegne, VERSO IL RITORNO, che dà il titolo al cartellone, è un invito a trascorrere insieme questa estate romana per recuperare le tante tracce emerse, a partire dalle quali far germogliare un nuovo modo di fare comunità e prepararsi alla Stagione che verrà.

Il Teatro Argentina – con ingressi limitati a 200 posti – si trasforma in un luogo di produzione e coinvolgimento, dove la musica si intreccia al teatro e al racconto: si inizia iI 2 luglio (ore 21, posto unico 5€) dalle note di “Shadows. Le memorie perdute di Chet Baker”, titolo del diario di una vita scritto dal jazzista ritrovato dieci anni dopo la sua morte, che il trombettista Fabrizio Bosso, il pianista Julian Oliver Mazzariello e la voce di Massimo Popolizio interpretano e rileggono.
Felice ritorno anche per l’affabulatore siciliano Davide Enia, tra i protagonisti delle passate stagioni, che riporta in scena “Maggio ‘43”, una drammaturgia che scompone, intreccia e rielabora le testimonianze del massacro di Palermo il 9 maggio ’43, con i bombardamenti che distrussero la città prima dello sbarco degli Alleati (26 luglio ore 21, posto unico 5€). E ancora un ritorno di repertorio firmato dallo stesso Enia con un’altra odissea umana, quella degli sbarchi nel Mediterraneo del pluripremiato “L’abisso”, in scena nella programmazione estiva del MAXXI, in collaborazione con il Teatro di Roma (17 luglio ore 21).
Leggi tutto

“Lo schermo è donna”, quest’anno con uno sguardo al cinema di Alberto Sordi

Riparte “Lo schermo è donna”, la rassegna che premia il talento femminile nel cinema, dall’1 al 5 luglio (a partire dalle ore 20.30) a Fiano Romano, a due passi da Roma, nella suggestiva cornice del Castello Ducale. La manifestazione, giunta alla sua 23a edizione e con la direzione artistica di Alberto Crespi e Rocco Giurato, è promossa e organizzata dall’associazione culturale “Città per l’Uomo”, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del comune di Fiano Romano.
Quest’anno “Lo schermo è donna” compie una scelta coraggiosa: decide di andare in scena, “dal vivo” e non virtualmente, per dare un segnale forte in favore della ripresa delle attività culturali e spettacolari dopo l’emergenza sanitaria legata al Covid-19. Dall’1 al 5 luglio si svolgeranno regolari proiezioni nel Castello Ducale di Fiano Romano, nel pieno rispetto delle norme di prudenza e di sicurezza attualmente in vigore. Quest’anno l’intera edizione della rassegna è dedicata ad Alberto Sordi, del quale si è appena celebrato il centenario della nascita. Sarà ricordato celebrando le figure femminili che lo hanno affiancato nei suoi tanti film e nella vita.
Leggi tutto

Gli spettacoli estivi all’aperto del Teatro degli Audaci

“R-estate con noi” è lo slogan con cui Flavio De Paola, direttore artistico del Teatro degli Audaci presenta gli appuntamenti all’aperto del periodo dal primo luglio ai primi di agosto dopo le repliche di “Novecento” di Alessandro Baricco. Tutto in un’area apposita all’esterno dello stabile, sebbene il Teatro sia stato opportunamente sanificato ed igienizzato da personale qualificato, secondo le indicazioni del Ministero della Salute, per una riapertura in sicurezza.
Questo cartellone estivo vedrà salire palcoscenico Marisa Laurito, Rodolfo Laganà, Mario Zamma, Mario Scaletta, Marco Simeoli, Emilano Reggente e Attilio Fontana, Marco Falaguasta, Francesca Nunzi e i Neaco’. Qualche dettaglio: Rodolfo Laganà con il suo spettacolo “Toro sedato” dal 9 all’ 11 luglio, Mario Zamma con lo spettacolo “Sussolati” dal 17 al 19 luglio, Marisa Laurito con lo spettacolo “Lisistrata” dal 1 al 2 agosto. Tornerà in scena anche la Compagnia degli Audaci con una commedia di John Tremblay “L’apparenza Inganna” (dal 24 al 26 luglio) per la regia di Flavio De Paola, anche interprete con Gianluca Delle Fontane, Serena Renzi, Ilario Crudetti, Giorgia Masseroni. In apertura un evento di musica napoletana: “Il viaggio di Neaco’” con Luigi Carbone, Giovanni Imparato, Aldo Perris, Antonio Carluccio, Mats Eric Hederg, Davide Grottelli, Anna Rita di Pace.

Teatro degli Audaci – – via Giuseppe De Santis, 29 (uscita 10 del GRA zona Porta di Roma) – Tel. 06/ 94376057 – Parcheggio gratuito e riservato – Costo dei biglietti: intero € 20, ridotto € 15 (compreso di diritti di segreteria) – Ingresso ore 21, inizio spettacolo ore 21,15

Al Circo Massimo, la stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma

Grandi novità per la stagione estiva del Teatro dell’Opera con un palcoscenico ideato per il vasto spazio del Circo Massimo: un nuovo “Rigoletto” con la direzione di Daniele Gatti e la regia di Damiano Michieletto pensato in chiave anti Covid-19, due gala con le star Anna Netrebko e Yusif Eyvazov, un nuovo balletto sulle musiche de “Le quattro stagioni” di Vivaldi con la coreografia di Giuliano Peparini e il Corpo di Ballo che osserverà il distanziamento, “Il barbiere di Siviglia” e “La vedova allegra” in forma di concerto con interpreti internazionali diretti da Stefano Montanari.
La prima de “Il barbiere di Siviglia” del 22 luglio sarà riservata a tutto il personale sanitario che ha lavorato in prima linea per combattere l’epidemia Covid-19.

«Saremo il primo teatro d’opera a partire in Europa – ha dichiarato la sindaca di Roma e Presidente della Fondazione Teatro dell’Opera di Roma, Virginia Raggi in occasione della presentazione della stagione estiva nella cornice del Circo Massimo – Oggi diamo questo annuncio da un luogo significativo: il laboratorio di scenografia che è sostanzialmente il cuore del Teatro dell’Opera di Roma. Come pubblico siamo abituati a vedere quello che succede in scena, ma dietro ci sono tanto lavoro e dedizione che nascono proprio in questi luoghi. Ripartire da qui, una vera e propria fabbrica, un laboratorio che lavora ininterrottamente con passione e impegno, è un po’ come partire dalla base.»
Leggi tutto

Il Teatro degli Audaci diventa una platea all’aperto e torna “Novecento”

Fino al 28 giugno, al Teatro degli Audaci – nuovo palcoscenico in uno spazio all’aperto -, grazie al grande successo ottenuto all’inizio della stagione, è ritornato “Novecento”, il racconto di Alessandro Baricco con la coinvolgente interpretazione di Flavio De Paola, e la regia di Pablo Maximo Taddei.
Questo spettacolo, interrotto a marzo a causa della pandemia, vuole essere – dice Flavio De Paola, direttore artistico del teatro – un simbolo di speranza di ripresa dell’intero settore culturale e un segnale di rinascita del Teatro. Lo spettacolo, vuole essere anche un omaggio al film di successo di Giuseppe Tornatore “La leggenda del pianista sull’Oceano” con Tim Roth.
Il transatlantico “Virginian” sbarca agli Audaci con il monologo di Tim Tooney non solo “narratore “ , ma anche amico del protagonista Danny Boodman T.D. Lemon detto “Novecento”.
Come ogni monologo ha la sua difficoltà nell’esporlo, il rischio è quello di appesantire la storia, ma Flavio De Paola riesce a raccontare “il tutto” in maniera piacevole, godibile, e trasporta il pubblico su quella nave gigantesca, facendo vivere l’atmosfera di quei giorni.
Leggi tutto

Musica per organo in chiesa con l’Istituzione Universitaria dei Concerti

Dopo oltre tre mesi di totale interruzione di ogni attività, l’Istituzione Universitaria dei Concerti torna ad offrire la possibilità di ascoltare nuovamente la musica dal vivo con “Organizzando”, una rassegna di tre concerti per organo nella Chiesa Evangelica Luterana di Roma, in via Sicilia 70. Alle ore 21 l’organista romana Livia Mazzanti con “Roma deserta” ripensa ai giorni del lockdown, quando agli occhi dei pochi passanti la città si presentava nel suo aspetto più autentico. Al titolo si aggiunge una citazione di Goethe: “Tutto è come lo immaginavo, e tutto è nuovo”.
Livia Mazzanti è un’organista dall’ampio orizzonte interpretativo, che spazia dal Rinascimento ai giorni nostri. È anche improvvisatrice, arte trasmessale da Giacinto Scelsi a Roma, quindi da Jean Guillou, col quale si è a lungo perfezionata a Parigi. I suoi concerti l’hanno condotta in Europa, Nord e Sud America e Medio Oriente. Le sue incisioni di opere di Schoenberg, Busoni, Hindemith, Scelsi, Guillou e la riscoperta in prima mondiale delle integrali organistiche di Rota e Castelnuovo-Tedesco, sono considerate di riferimento.
Leggi tutto

Musica dal vivo nei Giardini della Filarmonica Romana

Il 21 giugno, Festa della Musica in tutta Italia, riparte la programmazione dal vivo dell’Accademia Filarmonica Romana: in Sala Casella, nei Giardini della Filarmonica, dove saranno rigorosamente rispettate le linee guida delle disposizioni anti-Convid: fino al 12 luglio, oltre quindici appuntamenti dedicati a un pubblico di tutte le età, fra repertorio classico e prime assolute, con le novità di Luis De Pablo e Marcello Panni che regalano alla Filarmonica due nuove composizioni per festeggiare i loro compleanni. Saranno recuperati alcuni degli appuntamenti saltati a causa del lockdown: “Ci sembra giusto ripartire dai progetti e dagli artisti che avevano segnato con orgoglio nelle loro agende l’appuntamento con il pubblico della Filarmonica” dice il direttore artistico Andrea Lucchesini. mentre il tradizionale festival estivo dei Giardini della Filarmonica, aperto al confronto e al dialogo culturale e musicale di diversi paesi, slitterà a settembre.
Leggi tutto